iPhone 6s avrà il Force Touch: conferma dal codice di iOS 9

di Giovanni Ferlazzo 1

Lo sviluppatore Hamza Sood svela di aver scovato "tracce" della tecnologia Force Touch nel codice di iOS 9: potrebbe essere la conferma definitiva per il debutto su iPhone 6s.

Come se non bastassero le decine di indiscrezioni che ormai confermano la cosa da settimane, anche dal codice di iOS 9 emergono “tracce” che suggeriscono la presenza della tecnologia Force Touch su iPhone 6s.

ios 9 iphone 6s force touch
A scoprirlo, come svela il portale AppleInsider.com, è lo sviluppatore Hamza Soo, il quale spiega di essere stato in grado di generare del codice apparentemente utile per attivare gestures che riconoscano la forza di pressione sul display in fase di selezione di testo dell’interfaccia utente. Una novità che, come si affermava all’inizio di questo articolo, dovrebbe essere la caratteristica tecnica inedita di punta della prossima generazione di smartphone di casa Apple.

Sono ormai mesi che se ne parla: le prime indiscrezioni in tal senso risalgono addirittura al mese di febbraio. Altre conferme si susseguirono nelle settimane successive, fino a diventare veramente insistenti adesso che si avvicina la presunta data di presentazione dei nuovi iPhone, prevista per il prossimo 9 settembre.

Il modulo Force Touch non è del tutto inedito nell’universo dei prodotti Apple, essendo già stato utilizzato su Apple Watch e sui trackpad degli ultimi MacBook. Il sistema permetterà di rilevare le differenti pressioni sul display, dando teoricamente la possibilità di inserire nuovi tipi di interazione a schermo per l’apertura di collegamenti, menu secondari e così via. Un sistema che varrà sia per le applicazioni native, sia per quelle realizzate da sviluppatori di terze parti.

Le voci più recenti sostengono che Apple avrebbe avviato la produzione di moduli Force Touch per iPhone 6s nel mese di luglio, così da essere pronta per una release sul mercato prevista entro la fine di quest’anno. Oltre a questo, il nuovo smartphone della casa di Cupertino dovrebbe comprendere anche l’inedito processore Apple A9, una scocca in alluminio serie 7000, miglioramenti alla fotocamera e alle funzioni di rete, 2 GB di RAM e molto altro ancora.