iPhone 6S e iPhone 6S Plus, riparazione gratuita se il dispositivo non si carica

di Gio Tuzzi Commenta

Apple ha fatto sapere che ci sono alcuni iPhone 6S ed iPhone 6S Plus che non si caricano, problema legato ad alcuni dispositivi prodotti tra ottobre 2018 ed agosto 2019 e che possono tranquillamente puntare su una riparazione gratuita all’interno dei vari centri assistenza di Apple.

Una buona notizia se avete riscontrato tale problematica, una sorta di difetto di fabbrica riconosciuto dalla stessa Apple che però risolverà a spese proprie, senza insomma chiedere denaro ai vari utenti. E’ bene però precisare come sia necessario prima verificare l’idoneità del dispositivo a questo tipo di procedura gratuita di riparazione e poi contattare un centro assistenza Apple e recarsi con l’iPhone 6S o l’iPhone 6S Plus difettoso.

iPhone 6S difettosi

Come accertarsi che l’iPhone 6So iPhone 6S Plus appartengano al lotto difettoso

Per verificare che il dispositivo possa sfruttare questa riparazione gratuita, è fondamentale cercare il seriale dell’iPhone sul retro della confezione, sul pannello Dispositivi delle preferenze di iTunes oppure nella sezione Impostazioni > Generali >Info e recarsi su questa pagina di supporto del sito di Apple. Se la risposta sarà positiva, allora potrete tranquillamente portare l’iPhone 6S o l’iPhone 6S Plus in assistenza per riparare il problema relativo alla mancata ricarica del dispositivo. In genere è consigliabile prima chiamare il centro assistenza e poi prendere un appuntamento, ma è fondamentale aver sottoposto lo smartphone ad un backup, in questo modo non ci sarà il pericolo di perdere tutti i dati.

Riparazione gratuita solo per problemi di carica dell’iPhone 6S e dell’iPhone 6S Plus

E’ importante seguire tutti i passaggi sopra citati, per confermare l’idoneità alla riparazione gratuita dell’iPhone 6S o dell’iPhone 6S Plus che hanno mostrato problemi riguardanti la loro carica, qualora infatti subentrassero altre problematiche, Apple non riparerà gratuitamente il dispositivo in questione. Può insomma anche capitare che il dispositivo effettivamente corrisponda al lotto difettoso dichiarato da Apple, ma se ad esempio dovesse mostrare anche danni ostativi, come ad esempio uno schermo incrinato o rotto, in questo caso non ci sarà modo di poter avere una riparazione gratuita. Al momento l’iPhone 6S e l’iPhone 6S Plus sono ancora dispositivi piuttosto utilizzati dagli utenti della mela morsicata, anche perché hanno potuto contare sull’aggiornamento di iOS 13, il che è un particolare da non sottovalutare. Nonostante insomma gli ultimi arrivi in casa Apple, c’è chi continua ad apprezzare questi dispositivi più vecchiotti.