iPhone 6s e iPhone 6s plus: cosa aspettarsi dall’evento Apple

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

Mercoledì 9 settembre Apple presenterà i nuovi iPhone 6s e iPhone 6s Plus. Ecco quali novità di dobbiamo aspettare, a partire dall’introduzione del Force Touch, fino ad arrivare al chip A9.

Le indiscrezioni delle ultime settimane hanno contribuito a generare un buon livello di attesa per le novità che vedremo mercoledì prossimo in diretta da San Francisco.

All’evento Apple presenterà sicuramente una nuova Apple TV (che sarà il centro della casa connessa), probabilmente anche un nuovo iPad pro e poi i due nuovi iPhone 6s e iPhone 6s. Della Apple TV, grazie alle nostre fonti, sappiamo già abbastanza.
Dell’iPad Pro, molto meno, ma ne parleremo comunque in vista dell’evento. In questo articolo ci concentriamo invece su cosa sia lecito aspettarsi dai nuovi iPhone 6s e iPhone 6s Plus.

iphone6-stock-photo

Design

Come probabilmente già saprete se non avete trascorso gli ultimi mesi sotto un bancone di assemblaggio della Foxconn, i nuovi iPhone non saranno troppo diversi da quelli dell’anno scorso. Questo è un anno “S”, vale a dire che l’estetica dello smartphone rimarrà pressoché invariata, mentre Apple si concentrerà sull’introduzione di nuove caratteristiche tecniche.

L’unica possibile differenza è nello spessore che potrebbe aumentare di 0,2 mm a causa della presenza del Force Touch, di cui parliamo poco più sotto, e dell’uso di una nuova lega di alluminio di livello areonautico che contribuirà a rendere meno “piegabile” la scocca del dispositivo.
Sono misure insignificanti per gli utenti, ma certamente sono abbastanza per fare contenti i produttori di custodie.

iPhone 6s: Caratteristiche tecniche

Siamo nel 2015. Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che le caratteristiche tecniche di uno smartphone, specialmente per quanto riguarda la fascia alta, sono un particolare insignificante nel determinare l’esperienza utente.

Concediamoci comunque un piccolo excursus sulle specifiche. Il processore dei due nuovi smartphone, è dato quasi per certo, sarà il successore dell’A8, ovvero l’A9. A oggi non è dato sapere quali novità porterà con sé questo nuovo chip, ma è facile ipotizzare che aumenterà sensibilmente le capacità grafiche e di elaborazione dei due smartphone. In particolare, se le indiscrezioni sulla batteria sono corrette, grazie alle migliori prestazioni in termini di consumo energetico, Apple potrà mantenere la stessa durata di una carica pur rimpicciolendo la batteria dei due dispositivi (che passa da 1800mAh a 1720).

La RAM, se i rumor si riveleranno esatti, passerà a 2GB.

iPhone-6s-1

Force Touch

E’ la caratteristica più attesa e la si può dare quasi per certa. I nuovi iPhone, implementeranno la tecnologia già utilizzata da Apple sul Watch e sui trackpad degli ultimi modelli di MacBook Pro e MacBook. Ci sarà anche il feedback tattile che già è possibile sperimentare sugli altri dispositivi.

L’aspetto più interessante dell’introduzione del Force Touch su iPhone saranno le infinite possibilità aperte da una ulteriore dimensione dell’interazione del tocco con lo schermo. La possibilità di simulare il tocco in profondità consentirà di attivare funzioni in maniera intuitiva esercitando una pressione lievemente maggiore. Chi lo ha già provato su Apple Watch o sui Mac, sa bene che il Force Touch necessità di qualche prova per essere “capito” dalle dita dell’utente, ma che poi non è facile farne a meno. Su iPhone la portata di una simile novità sarà decisamente ampia.

Interessante notare che iPhone, almeno sulla carta, non sarà il primo smartphone con Force Touch. Huawei all’IFA di Berlino ha annunciato una versione del suo nuovo Mate S che utilizza una tecnologia con il medesimo nome e le stesse funzionalità Peccato che il dispositivo in arrivo prima di Natale non avrà la funzionalità, che sarà attivata su un modello premium che probabilmente debutterà solo in Cina a dicembre.
In altre parole se gli iPhone avranno il Force Touch rimarranno i primi dispositivi del proprio settore a portare la tecnologia nelle tasche di tutti.
E prepariamoci, ovviamente, agli scimmiottamenti che Samsung preparerà per l’anno prossimo.

Fotocamera di iPhone 6s

Altra caratteristica chiave dei nuovi iPhone, sarà la nuova fotocamera che, secondo i rumors, sarà di qualità DSLR. Si passa a 12 Megapixel, con un sensore di qualità eccelsa che permetterà di girare video in 4K (speriamo solo che la funzione non sia abilitata su eventuali modelli da 16GB…).

A suggerire che gli sviluppi in questo senso saranno interessanti c’è la recente acquisizione di Linx Imaging, un’azienda che produce sensi ad apertura multipla per dispositivi mobili. Apple ha sempre saputo stupire sul fronte fotocamere e ci aspettiamo che il lancio dei nuovi iPhone 6s e iPhone 6s plus non farà differenza.

Anche la fotocamera frontale potrebbe migliorare sensibilmente e passare da 1.2 a 5 Megapixel, per quelli che proprio non riescono a non farsi i selfie e per tutti gli altri che invece dipendono dalla qualità della fotocamera frontale per le videochat con FaceTime.

iphone6sfrontpanel1

Altre caratteristiche di iPhone 6s

Molte delle novità che vedremo durante la presentazione di mercoledì sono legate all’introduzione di iOS 9. Per il resto dai nuovi iPhone ci aspettiamo anche un miglioramento della sensore Touch ID, che sarà in grado di riconoscere le impronte digitali più velocemente e con meno errori, e una nuova colorazione. Mi duole il cuore e la retina a dirlo, ma i nuovi iPhone 6s potrebbero essere disponibili anche in versione Oro Rosa. Nel caso ve lo steste chiedendo, si, siamo tutti vittime incoscienti del mercato cinese.

Data di lancio di iPhone 6s

Apple è un’azienda relativamente prevedibile, quando si tratta dell’iPhone. Anche quest’anno non farà eccezione e la road map è facile da intuire, anche sulla base delle indiscrezioni delle ultime due settimane.

iPhone 6s e iPhone 6s plus verranno presentati il prossimo 9 settembre e saranno disponibili dieci giorni più tardi, ovvero venerdì 18 settembre. C’è la possibilità di preordini nei paesi del primo gruppo, di cui l’Italia, probabilmente non farà parte. Nel nostro Paese i nuovi iPhone potrebbero arrivare come di consueto una o due settimane più tardi rispetto al lancio negli States, in Francia, UK, Germania, Giappone, e Canada.

Sul prezzo, c’è ben poco da speculare, visto che probabilmente i prezzi rimarranno gli stessi di iPhone 6 e iPhone 6plus, salvo che l’introduzione del Force Touch non giustifichi una lieve revisione al rialzo.