iPhone 6 arriva il 14 ottobre?

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

Continuano a rincorrersi le indiscrezioni sul lancio del prossimo iPhone. Secondo fonti interne ad Apple Retail citate da MacRumors, l'iPhone 6 potrebbe arrivare sugli scaffali il prossimo martedì 14 ottobre, nell'ambito di un mese estremamente impegnativo per l'azienda.

Le fonti di MacRumors hanno definito “immensa” la giornata del 14 ottobre, a suggerire che il lancio previsto per quella data è di quelli particolarmente importanti.
A giudicare dall’hype che ha già iniziato a montare attorno all’arrivo del prossimo melafonino, non c’è da stupirsi. Il report è parzialmente compatibile con le indiscrezioni precedenti, che vorrebbero il nuovo iPhone 6 presentato a metà settembre. A lasciare qualche dubbio sul rumor in questione, il fatto che il 14 ottobre cada di martedì, mentre solitamente Apple preferisce il venerdì per lanciare nuovi prodotti, per l’imminenza del fine settimana.

iphone_5s_6_grass-1

L’evento di settembre per l’annuncio dell’iPhone 6 potrebbe essere programmato per il giorno 16, poco meno di un mese in anticipo sul lancio effettivo. Rispetto al passato un lancio “ritardato” di un mese sarebbe comunque una piccola anomalia, visto che di solito l’annuncio del prodotto precede di al massimo un paio di settimane il lancio effettivo.

Altri report insistono sulla disponibilità di iPhone a settembre, per altro, lasciando supporre che il 14 ottobre potrebbe essere il giorno dedicato ad altre commercializzazioni. Nello specifico: nuovi iPad, nuovi Mac e magari l’iWatch. In questo senso la timeline potrebbe essere abbastanza “raccolta”. L’evento per la presentazione dell’iWatch, di nuovi iPad e di nuovi Mac potrebbe essere programmato infatti per la prima settimana di ottobre e anche in quel caso le date potrebbero “incastrarsi” correttamente.

In buona sostanza, per ora siamo di fronte solamente ad una serie di ipotesi di pari attendibilità. Ne sapremo di più sicuramente dopo la metà di agosto, quando pubblicazioni storicamente più vicine ad Apple (vedi Re/Code, già All Things Digital) si “lasceranno sfuggire” una data più precisa che, per quanto non ufficiale, si potrà praticamente dare per certa.