iPhone 4S e la fotocamera: uno sguardo più approfondito

di Roberto Coluccio 4

Analisi agli infrarossi del sensore fotografico dell' iPhone 4S

Guardate attentamente. Riuscite a leggere? Allontanatevi, avvicinatevi: è proprio così, c’è scritto SONY!

Questa immagine, riportata da Engadget, proviene da una scansione con microscopio ad infrarossi effettuata da Chipworks sul sensore fotografico posteriore del nuovo iPhone 4S. Per i meno esperti questa può considerarsi una notizia marginale, ma per i più ferrati questa scritta è sinonimo di “nuovo fornitore”. Soltanto non si può ancora stabilire se esclusivo oppure no.

Fino a poco tempo fa il fornitore unico di sensori fotografici per iDevice è stato Omnivision (il sensore da 5 MPixel montato su iPhone 4, infatti, è brand OmniVision), ma già mesi fa il CEO di Sony Howard Stringer aveva menzionato Apple in un discorso riguardante la fornitura di sensori da 8 MPixel prodotti dalla casa giapponese. Purtroppo l’occasione era assai triste: Stringer annunciava al mondo ritardi nelle consegne di sensori da parte di SONY a causa dell’allora recente tsunami+disastro nucleare di Fukushima.

Per Apple non sarebbe il primo caso di “dual sourcing”, per questo non ci sentiamo di escludere la possibilità di trovare su altri iPhone 4S il sensore Omnivision OV8830, che alcuni analisti, tra l’altro, avevano dato per certo. La stessa Chipworks è in attesa di poter esaminare altri dispositivi.

Diamo allora uno sguardo più approfondito a questa fotocamera, della quale giungono ogni giorno nuovi apprezzamenti.

Dietro tutta questa acclamata qualità di foto e video ripresi con iPhone 4S c’è allora l’esperienza di SONY? Pare proprio di si, sebbene esteriormente il modulo fotografico non avrebbe fatto trapelare alcuna indiscrezione riguardante il suo produttore.

Modulo fotografico posteriore dell' iPhone 4S

Sensore CMOS retroilluminato

Il sensore è un CMOS retroilluminato da 8 MPixel. Tecnologia già vista su iPhone 4, ma migliorata a detta di Apple. In particolare questa nuova generazione di sensori retroilluminati sembra essere in grado di catturare il 73% di luce in più! Questo significa, dal punto di vista fotografico, che a parità di illuminazione dell’ambiente sarà necessario (viene fatto automaticamente a livello software nel caso dell’ iPhone) utilizzare un livello di sensibilità ISO minore rispetto ad un sensore che “cattura meno luce”. L’aumento degli ISO è la causa di quel brutto effetto “disturbo” particolarmente evidente nelle zone più scure delle nostre immagini, più tecnicamente chiamato “rumore digitale”. Meno rumore significa scatti più nitidi e colori più fedeli/omogenei.

Ottica migliorata

La luce, però, prima di giungere sul sensore, passa attraverso le lenti (è un po’ esagerato, forse, chiamarlo “obiettivo” in questo caso), che in fotografia costituiscono una componente essenziale ed importante, talvolta, anche più del sensore stesso. Per quanto riguarda l’iPhone 4S Apple ha sviluppato -o fatto sviluppare- un sistema di lenti migliorato rispetto al precedente melafonino: il risultato è un’apertura del diaframma massima che scende da f/2.8 a f/2.4, su una focale sicuramente “ultra wide-angle”, che si suppone essere da 24mm (rispetto ai 30mm dell’iPhone 4).

Diaframma più aperto e sensore retroilluminato che cattura il 73% di luce in più significa immagini e video notevolmente migliorati, in particolare in condizioni di scarsa luminosità: è questa, infatti, la situazione nella quale tipicamente “affonda” la qualità delle foto (indipendentemente dalla fotocamera).

Vi avevamo già riportato alcune immagini strepitose scattate con iPhone 4S e mostrate da Apple durante il recente evento del 4 Ottobre. Ora che iPhone 4S è finalmente entrato in commercio abbiamo a disposizione molto più materiale da esaminare per valutare questa nuova fotocamera.

Vi proponiamo alcuni spunti interessanti: oltre ad una una galleria di immagini scattate “al volo” per strada, tramite Flickr è possibile scovare fotografie catturate in varie situazioni e condizioni di luce (tra parentesi il mio giudizio):

  • un panorama al crepuscolo (immagine molto suggestiva, difficile da catturare anche con macchine fotografiche di più alto livello. Critica condizione di luce ed esposizione);
  • macro di un telecomando in ambiente domestico (evidente scarsa luminosità provoca rumore di fondo, ma a livelli decisamente accettabili. Notevole lo sfuocato, merito dell’ottica f/2.4);
  • bacche all’aperto (colori fedelissimi, vignettatura e distorsione agli angoli assente, ottima esposizione)
  • ritratto in strada (immagine molto “ferma”, merito del velocissimo image signal processor. Anche in questo caso colori fedeli in tutto il riquadro);
  • macro di un fiore all’aperto (impressionante!);
  • foto notturna senza flash (eccezionale davvero, solitamente e anche con iPhone 4 le foto notturne vengono spesso piene zeppe di rumore digitale);
  • foto interna con flash (la nota dolente di tutte le macchine fotografiche, specialmente quelle integrate negli smartphone. Il flash LED è un compromesso, non c’è molto da dire: l’unico cellulare degno di fare foto di buona qualità al buio con sola illuminazione flash è il Nokia N8 che dispone di un flash allo xeno).

Giudizio decisamente positivo nel complesso: la fotocamera integrata nell’iPhone 4S sarà sicuramente un’ottima compagna nel ritrarre e ricordare le nostre avventure. Non dimentichiamo le utili funzioni di HDR (già presente su iPhone 4 da iOS 4.0) e di modifica “on-board”.

Shooting ad elevata velocità grazie al processore Apple A5

Time to shoot comparison

Non è da sottovalutare il tempo necessario per scattare una fotografia con iPhone 4S: grazie al nuovo system-on-chip Apple A5 che integra hardware dedicato all’ image-processing, sarà possibile catturare momenti importanti con una velocità e prontezza che nessun altro smartphone attualmente sul mercato eguaglia. E’ un fattore importante, apprezzabile da chiunque abbia mai provato a scattare qualche foto ad oggetti in movimento, o ad amici irrequieti. Il nuovo hardware ed il nuovo iOS 5 insieme rendono disponibile anche un’interessante feature: il face detection in modalità Foto.

Video a 1080p con stabilizzatore d’immagine

Il nuovo sensore da 8 MPixel installato sugli iPhone 4S supporta la registrazione di video in risoluzione massima full HD 1080p, ovvero 1920×1080 a 30 fps.

Un importante passo avanti rispetto al 720p supportato da iPhone 4, apprezzabile in questi primi video circolati in rete (da vedere in 1080p, se possibile):

La qualità video è straordinaria in condizioni di luce buona, più che accettabile (considerando il dispositivo) in condizioni di luce scarsa. Lo stabilizzatore di immagine (presumibilmente elettronico), inoltre, svolge un lavoro dignitosissimo. iOS 5 mette a disposizione anche il tap-to-focus e tap-to-expose sia in modalità foto che in modalità video.

Una piccola nota: per caricare su YouTube i video in full HD (1080p) è necessario importarli prima sul Mac o PC e da lì uploadarli: iOS 5 su iPhone 4S, nel caso di caricamento di video in 1080p, effettua un downscaling che non è possibile disattivare.

Per concludere un breve montato, girato a mano libera con iPhone 4S. Qualche viraggio colore, un po’ di musica: che ne pensate del risultato ottenuto?