iPhone 3G e Vodafone: piccola inchiesta

di Redazione 24

A due settimane dal lancio di iPhone in Italia sia con Vodafone che con TIM, abbiamo voluto capire l’effettivo interesse verso il melafonino ora che è ufficiale nel mercato italiano della telefonia mobile. Ci siamo recati in quattro negozi Vodafone One di una grossa città del nord Italia: le nostre considerazioni non vogliono essere generalizzate al mercato nazionale, bensì vogliono essere uno spaccato dell’accoglienza di iPhone nel nord del “Bel Paese”.

È stato divertente, per quanto mi riguarda, per un pomeriggio levarmi i panni del “maniaco di iPhone” e mettermi in quelli di uno sprovveduto cliente abbagliato dalla luccicante novità dello schermo “touch”. Abbiamo ottenuto, a volte, delle risposte differenti a una determinata domanda, ma, quello che abbiamo potuto notare è un generalizzato disagio dei commessi verso l’argomento iPhone. Disagio che, sinceramente, facciamo fatica a capire: il mercato italiano della telefonia mobile ha avuto un forte scossone grazie all’arrivo del telefonino di Cupertino e crediamo veritiera la possibilità di un maggiore afflusso di clienti nei negozi TIM e, come in questo caso, in quelli Vodafone.

Possiamo credere che tale “disagio” sia da attribuire a una scarsa disponibilità del prodotto e dello stress conseguente nel gestire ordinazioni e clienti impazienti; possiamo inoltre credere che non ci sia stato lo sperato “boom” degli abbonamenti, ma, al tempo stesso possiamo credere che molte persone si siano lasciate tentare da essi nonostante i prezzi non troppo convenienti. Aumento delle ordinazioni e aumento degli abbonamenti dovrebbero fare felici i negozianti che invece sembrano quasi scocciati di rispondere alle domande poste dal sottoscritto che per l’occasione, come camuffamento, indossava una maglietta come questa.

Vediamo ora nel dettaglio le risposte che abbiamo ottenuto a domande che, crediamo, possono essere domande comuni che possono essere poste in un negozio Vodafone in questi giorni.

1. Salve, sarei interessato ad iPhone: potrei vederne uno acceso? Quello che dovrebbe essere la certezza, cioè vederne uno dal vivo in ogni negozio, come da disposizioni superiori, purtroppo non è la norma. Un negozio Vodafone One su quattro aveva il “regolare” espositore con un iPhone collegato pronto per essere riempito di ditate e di marmellata dal primo bambino che passava lì davanti; un altro negozio ne aveva uno sul bancone vicino alla cassa nella Dock opzionale di Apple e aveva tanto l’aria di essere quello “personale” di uno dei negozianti; nei rimanenti due negozi, iPhone lo si poteva vedere solo nei volantini di Vodafone. Nessun telefono disponibile ed è possibile averli solo su prenotazione: non si capisce se non hanno ricevuto quello di “Demo”, oppure se,  nell’euforia dei primi giorni, hanno venduto pure quello.

2. Bene, quali opzioni ho per acquistarlo? So che è possibile acquistarlo con abbonamento a un prezzo vantaggioso, oppure con ricaricabile a prezzo pieno: potrebbe gentilmente spiegarmi meglio la cosa? A queste domande, come si legge nei vostri commenti e nei vari forum, il negoziante spinge tantissimo per far firmare al cliente un abbonamento: è capibile, probabilmente guadagna qualcosa in più rispetto alla versione “ricaricabile”, oppure facendo più abbonamenti raggiunge gli obiettivi stagionali. In tutti e quattro i negozi abbiamo ricevuto le stesse risposte e a sentire loro è più facile ricevere la versione in abbonamento perché per quella ricaricabile le spedizioni vanno a rilento: ma non sono tutti uguali gli iPhone italiani non attivati?

3. Mi potrebbe spiegare meglio i tempi “medi” di attesa? In due negozi su quattro il tempo medio di attesa per un iPhone è di circa 10 giorni lavorativi; per gli altri due negozi il tempo medio di attesa è superiore ai 15 giorni lavorativi e per la versione 16GB bianca servirebbe ancora più tempo. La versione “ricaricabile” potrebbe non essere disponibile invece e, il consiglio, per non aspettare fino a Settembre, è quello di fare un abbonamento: alla fine “risparmi“!

4. Potrebbe dunque spiegarmi, nel dettaglio, questi abbonamenti? In tutti e quattro i negozi abbiamo atteso l’addetto agli abbonamenti che ci ha fatto accomodare in una zona più tranquilla del negozio: in modo simpatico e accomodante ci sono state proposte tutte le varie opzioni contrattuali e, ancora una volta, ci è stato sottolineato che iPhone 3G con abbonamento arriva prima. La quarta volta non ho resistito e, estraendo il mio fido iPhone EDGE, ho detto “credo di poter aspettare anche fino a Natale“.

Finchè si è parlato prettamente di iPhone 3G, argomento qui riassunto nelle domande 1-2-3, il nostro interlocutore è risultato spesso scocciato, come abbiamo scritto prima: probabilmente anche il fatto di dover ripetere le stesse cose a in maniera continua in questi ultimi giorni, potrebbe averlo “stufato”. Quello che possiamo ancora sottolineare è che non siamo stati soddisfatti dall’esperienza: ci aspettavamo di poterlo provare e nel frattempo fare due chiacchere come avviene nei negozi Premium Reseller di Apple. Probabilmente oltre che a “cambiarci di aspetto” dovevamo cambiare le nostre aspettative a riguardo: i centri Vodafone One sono negozi di telefonia, non negozi dedicati solo a  noi appassionati di Apple. A presto per la stessa indagine nei negozi TIM.