iPhone 3G: primi dettagli e considerazioni.

di Michele Baratelli 10

È arrivato iPhone 3G: finalmente! Ora in redazione potremo dormire sonni più tranquilli e meno “rumorosi” in quanto “il botto” c’è stato e l’ha fatto proprio lui, iPhone 3G. Durante tutto il keynote, le immagini di iPhone sembravano quelle del modello attuale e un brivido ci ha accomunati tutti: e se Stevie non presentasse il nuovo iPhone 2? Invece, come ultimo argomento, ecco il tanto atteso iPhone 3G: tecnologia UMTS/HSDPA, A-GPS e tanto altro ancora. Ma qualche lato oscuro rimane…


iPhone 3G è un prodotto rivoluzionario che darà un ulteriore scossone al mercato della telefonia mobile come fece il suo predecessore. In pochi centimetri quadrati avremo la migliore tecnologia per il trasferimento dei dati sia attraverso la rete telefonica mobile, sia attraverso le reti Wi-Fi oltre che 8GB o 16BG di spazio su disco.
iPhone 3G supporta le reti UMTS/HSDPA (850, 1900, 2100MHz) e GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900MHz) per quanto riguarda le reti “mobili” e Wi-Fi (802.11b/g) per le reti “domestiche”. Niente standard “n” per il Wi-Fi: non è certamente una pecca o una mancanza evidente, ma, non avrebbe stonato. Il bluetooth è “Bluetooth 2.0+EDR” e non è ancora chiaro se sia chiuso come ora o abbiano almeno lasciato la porta socchiusa per un possibile utilizzo della connettività di questo tipo per il trasferimento dati.
Un piccolo cambiamento rispetto alla versione precedente riguarda dimensioni e peso: Altezza: 115,5 mm – Larghezza: 62,1 mm – Profondità: 12,3 mm – Peso: 133 grammi. Apple specifica che questi dati potrebbero leggermente variare a seconda del processo di fabbricazione: sinceramente non crediamo che qualcuno si metta a misurare i millimetri.
La vera novità, che subito si percepisce, è quella relativa ai colori del case: la parte anteriore è rimasta simile a quella del modello precedente mentre la parte posteriore sarà o nera o bianca. La versione bianca dovrebbe essere una “limited edition” e sarà solo per il modello 16GB: l’alluminio avrà il suo fascino, ma, come sostiene un amico, “il bianco fa troppo Apple“!
La fotocamera è rimasta una 2.0 MegaPixel e non è presente la possibilità di registrare dei filmati, neppure di piccole dimensioni. Le novità che possiamo, per ora segnalarvi, è il pieno supporto delle applicazioni di terze parti e del Geo Tagging. Ci auguriamo che tra le applicazioni degli sviluppatori indipendenti possano apparirne alcune che prevedano la possibilità di fare dei video con iPhone 3G.
Fa capolino la presenza del A-GPS: ora potrete utilizzare anche il vostro iPhone come navigatore satellitare per muovervi senza problemi ovunque vi troviate attraverso la rete e Maps. Il sistema di localizzazione utilizzerà A-GPS insieme al posizionamento Wi-Fi e alle triangolazioni delle celle dei ripetitori delle compagnie di telefonia mobile al fine di localizzarvi e guidarvi secondo il vostro itinerario.
Il display è un Multi-Touch widescreen da 3,5″ (in diagonale) con risoluzione di 480×320 pixel a 163ppe supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e caratteri. iPhone 3G ha anche un sistema audio migliorato con risposta in frequenza: da 20Hz a 20.000Hz e supporta i formati audio: AAC, Protected AAC, MP3, MP3 VBR, Audible (formati 1, 2 e 3), Apple Lossless, AIFF e WAV.
La durata della batteria, contestata nelle precedente versione, appare migliorata in iPhone 3G: l’autonomia in conversazione: è fino a 5 ore su 3G e fino a 10 ore su 2G. Interessanti sono le 24 ore di riproduzione audio. Tutti questi dati andranno accuratamente testati.
Non sembrano esserci novità di rilievo per Mail, Safari e iPod se non quelle legate al nuovo firmware 1.2 di iPhone che sarà disponibile anche per la precedente versione.