iPhone 3G a 99 Euro con Orange. Un commento

di Michele Baratelli 6

Se come dice il classico detto “il buongiorno si vede dal mattino”, cari lettori e amici di TAL,  oggi non sarà proprio una bella giornata. La motivazione è pur sempre rivolta al mondo Apple (di ciò tratta TAL), ma, nonostante questo, è sufficiente per un amaro risveglio. Se volete acquistare un iPhone a un prezzo competitivo, dovete trasferirvi in Francia. Pare infatti, secondo indiscrezioni circolanti da qualche giorno, che Orange abbia in serbo un’interessantissima promozione natalizia riservata a tutti i nuovi e vecchi clienti: un taglio netto del prezzo di iPhone 3G 8GB che sarà venduto a 99 Euro. Anche qui non è tutto oro quello che luccica, ma, per noi che siamo  abituati alla situazione italiana, tutto questo appare come quasi come l’Eden. Forse.
iPhone 3G 8GB a soli 99 Euro e iPhone 3G 16GB a soli 129 Euro (prezzo presunto e non ufficiale come il precedente): diciamocelo, il prezzo che tutti pagheremmo per un iPhone 3G. In Francia sarà presto realtà perché Orange, che è l’operatore telefonico che gestisce in esclusiva iPhone in terra gallica, lancerà presto la promozione “Origami”, valida dal 13 Novembre 2008 fino al 14 Gennaio 2009: una promozione che va oltre il normale tempo degli acquisti natalizi.

Se a una prima lettura della notizia, dalla redazione intera erano partiti cori da stadio del tipo “Ridateci la Gioconda”, la seconda lettura “ha portato consiglio”. In effetti iPhone 3G viene proposto certamente a un prezzaccio99 Euro sono di gran lunga un’ottima offerta se paragonata alle “offerte base italiane” – ma “la Gioconda ci viene virtualmente riconsegnata” perché per ottenere tale prezzo è necessaria la sottoscrizione di un “non definito contratto di almeno un anno” della non modica cifra di 45 Euro (le caratteristiche non sono al momento note). Tutto il mondo è paese? Ma oui, mon chere.

Questo non è affatto il miglior prezzo di iPhone con obbligo di tariffa: ci ha però piacevolmente sorpreso (e sinceramente siamo un pochetto gelosi) che Orange, per aumentare le vendite e per far avvicinare quanta più gente possibile al melafonino, abbia tagliato un po’ i prezzi: sarebbe carino se TIM e Vodafone ogni tanto guardassero fuori dal recinto.

Ho come un dubbio che qui, nel mondo della telefonia mobile iPhone-related, ci sia “un qualcosa” che non funzioni. Mi spiego meglio. Sembra che i gestori facciano di tutto per aggiudicarsi il premio della “peggiore tariffa offerta per iPhone”: nonostante questo, le vendite record del melafonino non sembrano essere mai state messe in dubbio. I gestori telefonici italiani hanno entrambi guadagnato, per ora, una nomination a testa per la vittoria finale del premio: anche chi lo ha acquistato “libero” si trova, infatti, a dover scendere a compromessi pecuniari per poter utilizzare il melafonino proprio come Steve Jobs comanda. Ecco che qui si palesa proprio il mio dubbio: sono le compagnie telefoniche che devono “rivedere le proprie tariffe” oppure siamo noi utenti (io il primo) ad essere proprio scemi?