China Unicom: venduti 300,000 iPhone

di Luca Iannario 9

china-unicom-iphone-3g

Stando alle informazioni fornite da Dan Butterfield ad iPhonAsia, China Unicom ha raggiunto le 300,000 unità di iPhone venduti sul territorio cinese. Un dato sorprendente se si pensa che appena tre settimane fa erano stati venduti appena 100,000 smartphone della Mela e che tale cifra era stata raggiunta in 40 giorni.

Dopo il flop iniziale, un po’ inatteso, di vendite sul suolo orientale c’è stato un evidente incremento di successo intorno al melafonino; tale successo è quasi sicuramente da attribuire alla imponente campagna pubblicitaria messa in atto da uno dei maggiori operatori telefonici cinese che ha organizzato una vera e propria tournée che farà tappa nelle maggiori città del paese.

Come si può leggere nel comunicato,Il tour di 46 città è iniziato a Pechino all’inizio di questa settimana ed è finalizzato ad educare possibili acquirenti. China Unicom sta affittando centri per conferenze e ha preparato lo staff per mostrare demo interattive di molti usi pratici e divertenti di iPhone. Ci saranno sei sessioni di presentazione che copriranno diversi usi e funzioni di iPhone. Uno degli obbiettivi di questa campagna è di aumentare la consapevolezza di quanto può essere fatto attraverso un iPhone ed il suo numero virtualmente illimitato di applicazioni”.

Apple ed Unicom non hanno avuto vita facile per introdursi nel più grande mercato di cellulari al mondo, con circa 720 milioni di utenti. Non solo hanno dovuto fare i conti con il diffuso mercato nero che permette di acquistare iPhone contraffatti ad un prezzo decisamente inferiore, ma hanno dovuto convincere il pubblico a comprare un dispositivo “limitato” rispetto a quello standard venduto in tutti gli altri paesi del globo; infatti, a causa di restrizioni imposte dal governo per dispositivi a banda larga, Apple ha dovuto fabbricare iPhone “su misura” per il mercato cinese privi del chip Wi-Fi.

Probabilmente le vendite continueranno ad aumentare nei mesi successivi ed un notevole impulso potrebbe essere fornito se Apple riuscisse ad introdurre anche in Cina un iPhone “completo” nel 2010.

[via]