BestBuy venderà iPhone 3G negli USA: ne approfitteremo?

di Michele Baratelli 9

Era la notizia che in tanti aspettavano: BestBuy, una delle catene informatiche più importanti negli USA, ha raggiunto un accordo con Apple, notizia di Fortune, per la vendita di iPhone 3G sotto la sua bandiera. È il primo “grande magazzino” americano a raggiungere un accordo tale con Apple; in Italia, grazie invece ad accordi con i nostri gestori di telefonia mobile, vediamo iPhone 3G in vendita nei punti vendita di grosse catene informatiche come “MediaWorld” oppure “UniEuro“. A questo punto ci stiamo chiedendo se inizierà la vendita di iPhone 3G in versione ricaricabile e soprattutto se potremo acquistarlo anche noi, come si faceva per iPhone 2G.

Sono lontani i tempi in cui da noi iPhone era venduto come “oggetto di contrabbando” poiché ora è disponibile nei negozi italiani: leggendo i vostri commenti e le vostre E-mail, però, avere un iPhone dall’America è un “vizio” difficile da togliersi. Cogliamo l’occasione per ricordare che iPhone 3G in America è venduto sono con abbonamento ai prezzi di cui già vi avevamo parlato e, se mai riusciste ad averne uno (e questa volta sarebbe davvero “contrabbando”), non potreste ancora utilizzarlo in quanto lo sblocco operatore per il melafonino 3G non è ancora disponibile.

Siccome prima o poi, e siamo sicuri che l’attesa non sia poi così infinita, arriverà lo sblocco operatore per iPhone 3G, vi abbiamo riportato questa curiosa notizia che, se letta senza pensare alle conseguenze, potrebbe sembrare frivola. Appleinsider aveva dato per primo la notizia scrivendo che “persone informate sui fatti” sostenevano che BestBuy avesse firmato un contratto con Apple per la distribuzione di iPhone 3G nei suoi negozi a partire dal 7 Settembre.

La strategia di mercato di Apple è chiara: tramite questo “grande magazzinoaumenta a dismisura i punti vendita in cui sarà possibile acquistare iPhone 3G, giusto prima “dell’assalto invernale”. Ricordiamo ancora una volta che BestBuy ha accordi “particolari” con Apple, come abbiamo più volte scritto: alcune persone che lavorano presso BestBuy sono dei dipendenti di Apple stessa in modo da garantire ai clienti la stessa professionalità che troverebbero in un Apple Store.

È da capire ora, e le prossime settimane sicuramente ci aiuteranno, se inizierà da settembre a essere in vendita anche la versione “Pay as you go“, ovvero la nostra ricaricabile. In questo modo crediamo possa avverarsi la ciò che accadeva con iPhone 2G: migliaia di iPhone 3G finiranno in quelle parti del mondo dove il melafonino non è arrivato e dove, probabilmente, non arriverà mai.

Se BestBuy, in un secondo momento, permetterà anche l’acquisto on-line di iPhone 3G, siamo sicuri che qualche italico venditore approfitterà della situazione. Ricordiamo che iPhone 3G, quando verrà commercializzato nella versione ricaricabile negli States, costerà 599 Dollari e 699 Dollari rispettivamente per la versione 8GB e per la versione 16GB: conti alla mano, il prezzo è conveniente per noi della zona Euro. AppleInsider e il blog di Fortune scrivono solo a riguardo di una vendita nei “negozi fisici” e non “virtuali”: se anche così fosse, iPhone 3G americano arriverebbe lo stesso in versione “sottobanco” in Italia.

Riprendendo dunque il titolo, se tutte “queste supposizioni” si realizzeranno, crediamo che il Dev Team dovrà affrettarsi a rilasciare anche lo sblocco operatore oltre che al Jailbreak per iPhone 3G perché non solo noi italiani ne approfitteremo: come al solito seguiremo la situazione per fornirvi ulteriori sviluppi. Da sempre noi di TAL sosteniamo che, al momento attuale, non valga la pena di impazzire per acquistarlo all’estero, risparmiando qualche Euro a discapito della garanzia: con la versione “ricaricabile” americana, questo problema potrebbe sparire. Come sempre, non ci resta che attendere.