Quanto è davvero potente il nuovo iPad Pro 2018

di Gio Tuzzi Commenta

Doverosissimo approfondimento su quanto è davvero potente il nuovo iPad Pro 2018, in relazione ai primi studi di settore in Italia e non solo

iPad Pro 2018
iPad Pro 2018

A tre settimane dalla presentazione avvenuta nel keynote di New York e a 15 giorni dall’arrivo nei negozi, iPad Pro (2018) fa ancora parlare di sé. Le premesse di Apple, d’altronde, sono state verificate in pieno da prove sul campo di ogni specie e dai vari benchmark che si sono sprecati in questo periodo: sì, il nuovo tablet di Cupertino è davvero potentissimo, e quando l’azienda californiana dice che le prestazioni superano quelle del 92% dei computer portatili in circolazione c’è da crederci.

I BENCHMARK DI IPAD PRO (2018) CHE FANNO GRIDARE AL MIRACOLO

Basterebbero i risultati dei benchmark ottenuti sulla nota piattaforma GeekBench. Il SoC montato, l’A12X Bionic, ha fatto davvero scintille: in uno dei test che abbiamo consultato, la versione di iPad Pro (2018) con 6 GB di memoria RAM (quella che vanta anche 1 TB di storage interno) arriva a 5.020 punti in single-core e, udite udite, a 18.217 in multi-core. Tanto per rendere l’idea, i recenti iPhone XS e XS Max, potentissimi, non vanno molto più in là di quota 11mila.

Non vi basta? Allora sappiate che anche il nuovo MacBook Pro 2018 con l’exa-core Intel Core i7 @2,6Ghz si è stabilizzato su risultati molto simili. E che la differenza in multi-core rispetto agli iPad Pro di scorsa generazione è addirittura di più di 8mila punti. Cifre spaventose che trovano una spiegazione non solo nel processo produttivo a 7 nm, ma anche nella potentissima GPU a sette core che va ad impreziosire l’A12X Bionic.

Una scheda grafica di questo livello è davvero paragonabile a quella dei portatili, anche se tutta l’architettura mobile è profondamente diversa da quella desktop e fare questo tipo di paragoni lascia un po’ il tempo che trova. Ma le prime video-recensioni che si trovano in rete, su Youtube, mostrano ad esempio quanto i nuovi iPad Pro (2018), che lo ricordiamo arrivano in due versioni con display da 11 e 12,9 pollici e con diverse varianti a seconda di RAM e storage interno, siano strabilianti anche in ambito gaming. I tablet sono stati messi sotto stress dai più pesanti giochi presenti sull’App Store, il tutto provando anche a portare il multi-tasking a sforzare ulteriormente il processore. Ed è anche la navigazione su internet, grazie ai modem Intel di ultima generazione montati, a far scattare subito il paragone coi più comuni laptop. Insomma, tanto per restare in ambito videoludico, c’è da restare a bocca aperta di fronte alla velocità delle slot machine gratis da giocare subito su iPad Pro (2018). E, inutile sottolinearlo, l’esperienza di gioco è semplicemente sublime.

I PREZZI E GLI ACCESSORI

Certo, la qualità si paga e Apple in questo senso non è davvero seconda a nessuno. E’ questo probabilmente il maggior “difetto” della nuova generazione di tablet di Cupertino (a proposito, per avere dettagli su prezzi e scheda tecnica completa vi invitiamo a leggere il nostro articolo di presentazione), assieme alla mancanza di accessori di serie. Tanta rilevanza, ad esempio, è stata data alla nuova Apple Pencil che, però, va acquistata singolarmente a 135 euro, con quella di prima generazione che – purtroppo – non è compatibile.