Push Pop Press finisce tra le grinfie di Facebook

di Gabriele Contilli 4

Pushpoppress

Notizia amara per tutti quelli che speravano, finalmente, nell’arrivo di prodotti editoriali validi per il proprio iPad. Ricordate i ragazzi di Push Pop Press, il talentuoso team dietro al libro interattivo Our Choice? Bene, mettiamoci pure una pietra sopra. Kimon e Mike, ex ingegneri Apple e fondatori del progetto, insieme al loro team, sono stati acquisiti da quel nerd, afflitto da deliri di onnipotenza, che è Zuckerberg.

Non si sa bene né come né perché, ma Facebook si è mangiato Push Pop Press. Chi sta già pensando ad un Flipboard made in Facebook alzi la mano.

La parte peggiore, però, riguarda lo sviluppo del tool per la creazione di titoli Push Pop Press: se avete provato la loro prima (e unica) applicazione, vi sarete resi conto che Our Choice è davvero un piacere da leggere e sfogliare. Il team aveva iniziato a sviluppare uno strumento in grado di permettere a chiunque di realizzare titoli analoghi con la facilità del drag&drop. Tutto il progetto, però, si è incagliato nelle acque salmastre di Facebook e quindi possiamo dire addio al progetto editoriale più promettente per iOS.

Il team è stato piuttosto chiaro, annunciando sul proprio blog:

“Al momento non abbiamo intenzione di continuare a pubblicare nuovi titoli o continuare a sviluppare e pubblicare poi la nostra piattaforma”

Ma cosa se ne fa Facebook di Push Pop Press? In base a quanto riportato sul proprio sito:

“Facebook non sta pianificando di iniziare a pubblicare libri digitali, ma le idee e la tecnologia dietro a Push Pop Press verranno integrate in Facebook, dando alle persone nuove possibilità di condividere le proprie storie”

Dovendo tirare a indovinare, mi viene subito in mente un clone di Flipboard. Una sorta di Facebook da leggere (sai che divertimento) sul proprio tablet. O magari Zuckerberg ne ha pensata un’altra, voi che dite?