iPad Pro 2020 e MacBook, le novità secondo Ming-Chi Kuo

di Gio Tuzzi Commenta

L’analista Ming-Chi Kuo ha fatto una nuova previsione per il 2020 riguardante questa volta il mondo iPad e MacBook.

Più nel dettaglio sono emersi elementi piuttosto interessanti che andranno nettamente a migliorare le prestazioni dell’iPad Pro 2020. Apple infatti nel primo trimestre del prossimo anno presenterà la sua nuova gamma di tablet che sarà capitanata da questo iPad Pro 2020. Non è chiaro insomma se ci sarà spazio anche per un update della versione mini, più possibile che si voglia puntare tutto su questo iPad Pro che, a detta dell’analista Ming-Chi Kuo, potrà contare sulla presenza della fotocamera Time of Flight posteriore (ToF). La novità risiederà proprio in questo particolare sensore fotografico che sarà in grado di offrire una migliore esperienza durante l’utilizzo di software basato su ARKit.

iPad Pro2020

Il sensore ToF per i nuovi iPad Pro 2020 ed iPhone 12

Pur trattandosi al momento solo di voci, c’è grande possibilità che quanto detto possa poi realizzarsi. Infatti è da tempo che si parla del debutto dei sensori ToF sui moduli fotografici dei prodotti Apple, non è un argomento campato in aria, ma che ha effettivamente delle fondamenta ben solide. E’ possibile che si voglia sfruttare questo tipo di tecnologia prima sull’iPad Pro 2020 e poi dar modo di applicarla anche agli iPhone dei prossimi anni. Non è un caso insomma che anche sugli iPhone 12 sia emersa la notizia dell’utilizzo del sensore ToF in campo fotografico, anzi è molto probabile che possa fare la sua apparizione sui due dei modelli più performanti. Con l’iPad Pro 2020 si avrà modo quindi di iniziare a comprendere questo tipo di tecnologia ToF che sarà sicuramente poi affinata con l’arrivo degli iPhone 12.

Rinnovamento anche per il mondo MacBook

Intanto però le novità per il prossimo anno non mancheranno nemmeno per il settore MacBook, infatti nel secondo trimestre Apple aggiornerà la line up relativa ai suoi pc, introducendo la novità assoluta della tastiera con meccanismo a forbice. Probabilmente si punterà su un nuovo MacBook Pro 13 e nuovi MacBook Air, con la possibilità che venga poi totalmente cancellata la variante da 15 pollici, per dare spazio solamente a quella da 16 pollici. Infine il 2020 vedrà anche il debutto del primo visore AR a marchio Apple, sempre stando alle previsioni di Ming-Chi Kuo. La cosa certa quindi è che il prossimo anno l’azienda di Cupertino promuoverà nuovi progetti piuttosto interessanti.