iPad Pro 2018, Apple conferma la leggera piegatura dello chassis

di Gio Tuzzi Commenta

Problemi con i nuovi iPad Pro 2018 che mostrano una leggera piegatura dello chassis in alluminio, ma per Apple non sussiste alcuna concreta problematica.

iPad Pro 2018
iPad Pro 2018

Sono numerosi gli utenti che hanno acquistato i nuovi iPad Pro 2018 a notare una leggera piegatura dello chassis in alluminio, situazione che è stata anche confermata dalla stessa Apple, ma che non considera assolutamente un problema o un difetto. Infatti l’azienda di Cupertino ha voluto fornire la sua spiegazione riguardante questa piegatura avvertita su alcuni iPad Pro 2018 e che non comporta alcun tipo di problematica. Secondo Apple si tratta semplicemente di un effetto collaterale del processo di fabbricazione del dispositivo e non dovrebbe assolutamente peggiorare nel tempo.

Tali parole sono state rilasciate alla rivista The Verge, proprio per rassicurare tutti gli utenti che hanno riscontrato questa problematica che alla fine per la stessa Apple non può considerarsi un problema. Dal punto di vista prettamente scientifico ciò che è accaduto a questo iPad Pro 2018 è semplicemente una causa scatenata dal processo di raffreddamento dei componenti di plastica e metallo che avviene durante il processo di fabbricazione. Al momento gli iPad Pro 2018 che hanno mostrato tale difetto sono gli iPad Pro da 11 pollici e da 12,9 pollici sia con connettività LTE che solo WiFi.

Probabilmente i modelli dotati di connettività LTE tendono maggiormente a presentare questa piegatura dello chassis in quanto necessita di strisce di plastica per integrare le antenne e i bordi, ma in questo modo sono meno resistenti. Cosa bisogna quindi fare? Apple ha già detto che non sarà possibile sostituire questi iPad Pro 2018, a meno che il problema non si verifichi entro i 14 giorni dall’acquisto, solo in questo caso sarà sostituito con un modello altrettanto nuovo.

Il problema però è che molti utenti hanno evidenziato questa leggera piegatura dello chassis con il passare del tempo, insomma dopo 14 giorni non si nota assolutamente nulla, ma già dopo qualche mese il difetto può presentarsi. In questo caso bisogna tenersi il dispositivo così com’è, anche perché Apple ha dato chiaramente la sua spiegazione dei fatti.