iOS 7: la lista dei desideri di TAL

di Andrea "C. Miller" Nepori 6

Il prossimo 10 giugno, sul palco della WWDC 2013, Apple svelerà finalmente iOS 7. I rumor sulla nuova versione del sistema operativo per iPad e iPhone hanno già cominciato a circolare e si parla in particolar modo di un totale restyling firmato Jony Ive che stravolgerà il look del sistema senza intaccarne i concetti di base e la semplicità d’uso.

In vista della prossima release di iOS 7 abbiamo raccolto in quest’articolo tutte le liste dei desideri della redazione di TheAppleLounge: aspettative generali, nuove caratteristiche e liste di funzionalità che vorremmo implementate.
Vi invitiamo a fare altrettanto: condividete le vostre idee o magari le vostre speranze per la prossima versione di iOS, qui sotto, nei commenti.

wwdc-ios7-wish-list

Andrea “Camillo Miller” Nepori

Ho avuto modo di leggere le wish-list della redazione in anteprima nell’assemblare questo articolo, quindi mi limiterò ad una breve introduzione e ad un desiderio personale per evitare ripetizioni di quanto hanno scritto i colleghi.

Gli interventi che leggerete di seguito non sono una stesura coordinata di una serie di liste di desiderata quanto semplici interventi sintetici filtrati solo parzialmente. Una sorta di brainstorming per iscritto. Alcuni aspetti saranno ripetuti, altri complementari fra loro. Ciascuno ha semplicemente espresso, liberamente, la propria opinione su quel che dovrebbe essere secondo lui o lei il futuro di iOS 7.

Dal mio punto di vista, proprio perché so che nella maggior parte dei casi mi trovo in accordo con quanto leggerete, mi limito ad una sola considerazione.
Spero vivamente che iOS 7 (oltre alla decisamente necessaria revisione estetica) porti con sé maggiori possibilità di integrazione e intercomunicazione fra le applicazioni.

Non solo fra le applicazioni e Siri (o le altre app di sistema), come leggerete fra i desideri di qualcuno, ma fra applicazione e applicazione. Il primo passo potrebbe essere una piccola concessione in termini concettuali con la creazione di un layer comune sottostante a tutte le applicazioni, in cui conservare i file condivisi e condivisibili e a cui tutte le app possano accedere. Se ne è parlato molto spesso in passato, anche nell’ottica di un trasferimento di file più semplice fra dispositivi iOS e Mac o PC. A giugno sapremo se Apple avrà, in qualche modo, ascoltato.

Ora lascio la parola al resto della redazione, con i contributi ordinati senza alcun ordine prestabilito.

Giuseppe Benevento

Da iOS 7 mi aspetto la possibilità di accendere e spegnere Wi-Fi, 3G, LTE, Bluetooth dalla schermata delle notifiche.
Vorrei anche poter killare tutte le app in background con un solo gesto e non necessariamente una alla volta.
Vorrei che succhiasse meno batteria e che Siri capisse meglio l’italiano e le l’inglese insieme. Ad esempio non è possibile che se le chiedo di aprire Bump (pronunciato come bamp o bump) mi dica che non ho un’app che si chiama “Bon app”.

Vorrei che Apple obbligasse gli sviluppatori a rivedere le icone delle app nel caso modificasse l’aspetto grafico di iOS 7. Se in iOS 7 shine e gradienti spariranno, non vorrei un’accozzaglia con icone old style e nuove icone mescolate assieme.

Vorrei, infine, che il nuovo iOS fosse più leggero di iOS 6.

wwdc13-about-main-1

Davide Leoni

Da iOS 7 mi aspetto novità radicali principalmente a livello estetico. Vorrei un sistema maggiormente personalizzabile, con la possibilità di eliminare le icone sgradite (chi ha detto Bussola e Borsa?) e magari un’interfaccia più moderna e dinamica, senza per questo rinunciare alla rinomata semplicità d’uso di iOS.

Tra le nuove funzionalità invece gradirei un multitasking più efficiente (magari con la possibilità di eliminare tutte le app aperte in un colpo solo), funzionalità di condivisione avanzate, un centro notifiche organizzato in maniera pi chiara e un assistente vocale finalmente in grado di capire bene quello che dico.

Infine, una possibilità che apprezzerei molto sarebbe quella di poter cancellare le immagini importate dal Mac tramite la sincronizzazione di iTunes senza bisogno di dover sincronizzare una cartella vuota o con immagini diverse. Posso eliminare le canzoni e le app trasferite da iTunes direttamente dal device, perché con le foto non é possibile?

Lucio Botteri

Da iOS 7 vorrei l’integrazione di Siri in tutte le applicazioni che lo richiedono: Siri deve avere il controllo totale del telefono e l’accesso a qualsiasi informazione anche nelle app di terze parti (per i paranoici: basterebbe un’altra tab in “Privacy” nelle impostazioni, dalla quale disattivare Siri per ogni singola app). Voglio poterle chiedere: Siri, lancia la playlist “Preferiti” in Spotify. Oppure: Siri, inserisci la destinazione Via Caracciolo 16 nell’app TomTom Italia. O addirittura: Siri, annota in MoneyWiz che ho speso 3 euro per un gelato.

Più informazioni nella lockscreen: lo diciamo da anni, la lockscreen deve essere ampliata, e molto, per poter fornire più informazioni con maggiore semplicità, senza sbloccare il dispositivo.

Widget nel centro notifiche: anche questo lo chiediamo da anni. Ogni app dovrebbe avere la possibilità di inserire il suo widget interattivo nel centro notifiche.

Cartelle sfogliabili e sotto-cartelle. Possibilità di eliminare le app native o sostituirle. Esempio: Opera al posto di Safari, Mailbox al posto di Mail.

Maggiore personalizzazione grafica: sarebbe bello poter personalizzare un minimo la grafica di iOS. Mi basterebbero anche soltanto due temi (chiaro e scuro).

Ipotesi di redesign per l'applicazione Note
Ipotesi di redesign per l’applicazione Note

Roberto Coluccio

Da iOS 7 mi aspetto una lunga serie di nuove feature abbastanza specifiche, che ho raccolto in questa lista:

  • Attivazione interfacce e connettività varie in modo rapido da Notification Bar (Wi-Fi, Bluetooth, Tethering, Dati Cellulare, 3G/LTE
  • Notification Bar anche in Lock Screen
  • Miglioramento di Siri (come già detto da Giuseppe, magari con riconoscimento multilingue)
  • Batteria Batteria Batteria Batteria Batteria: ottimizzazioni software sono SEMPRE possibili!
  • Gesture multitouch personalizzabili anche su iPhone 5 (il display più ampio le consente)
  • Miglioramento nella gestione dei file in Safari e Mail: download e apertura di .zip, gesture in Mail stile Mailbox, Navigazione privata semplice da attivare, UserAgent personalizzabile (almeno uno switch per scegliere Mobile/Desktop)
  • iTunes e Musica: possibilità di scegliere se scaricare la musica (eventualmente da iCloud o iTunes Match) in formato compresso per risparmiare spazio (la compressione che iTunes fa su Mac o PC se viene selezionata l’opzione relativa).
  • iMessage velocizzato. Aggiunta della possibilità di inviare, oltre a foto e video, anche posizione, note testuali, appuntamenti calendario, note audio, file generici (ed integrazione di una sorta di file manager per gestirli). Eventuale recupero più semplice della cronologia dei vecchi messaggi (almeno da desktop) con possibilità di backup anche dei contenuti multimediali semplice e veloce
  • Fotocamera: personalizzazione impostazioni di scatto. Scelta della risoluzione a cui scattare/riprendere foto/video
  • Multitasking con gestione app (ed eliminazione dal background) più rapida e graficamente accattivante
  • Mappe migliorate
  • Controllo completo di Apple TV da iDevice, compresa in particolare la tastiera (magari con opzione per vedere su iDevice l’output della Apple TV).
  • Scelta del server/servizio da cui scaricare le previsioni meteo
  • App Store: scelta se visualizzare i risultati di ricerca in formato anteprima (in sostanza come è stato introdotto in iOS 6) o in formato lista (com’è sempre stato fino ad iOS 6)
  • Formattazione testo in Note (almeno grassetto/corsivo/sottolineato e colore del testo)
  • Più spazio nelle cartelle (quantomeno su device con schermo più ampio). Possibilità di mettere cartelle dentro altre cartelle
  • Chiamate rapide verso contatti preferiti anche in lockscreen e springboard. Foto contatti in elenco rubrica
  • Grafica “modernizzata”, meno glass e più flat. Eventualmente possibilità di inserire widget sulla springboard (collegamento al discorso dei controlli rapidi delle interfacce di connettività)
  • Condivisione più semplice di file tra dispositivi connessi alla stessa rete (in sostanza il porting di AirDrop che c’è in OS X)

Lorenzo Paletti

Oltre all’ovvio restyling grafico di cui tanto si sente il bisogno (e che grazie al cielo pare arriverà) mi piacerebbe che Siri fosse in grado di comprendere l’utilizzo di due lingue simultaneamente. Capita spesso che debba chiedere la riproduzione di un brano musicale dal titolo inglese mentre sono in auto, ed è praticamente impossibile che Siri capisca di cosa si sta parlando. Penso sia sufficiente fare in modo che quando viene chiesto “Riproduci”, le parole successive vengano checkate, oltre che in Italiano, in inglese.

Un’altra piccolezza di cui sento la mancanza è un sistema che blocchi lo scroll delle foto. Capita che si passi il telefono ad un conoscente per fargli vedere qualche scatto, ma se non si vuole che vengano svelate le altre immagini salvate sul dispositivo. Questo significa che, armati di frusta, bisogna restare alle spalle del conoscente per verificare se non si spinge troppo oltre con lo scroll.
Sarebbe bello un sistema che consenta di indicare certe fotografie da mostrare, e blocchi il resto delle funzioni del telefono (chiedendo ad esempio uno sblocco con codice).

Anche un migliore utilizzo della schermata di sblocco sarebbe utile, magari con qualche sorta di widget (anche solo di Apple, eh, non mi permetterei mai di chiedere software di terze parti sulla schermata di sblocco) che permettesse di tenere sotto controllo il prossimo evento del calendario piuttosto che il meteo senza dover sbloccare il telefono e richiamare Notification Center.

Concept iOS 7
iOS 7 come lo immagine un recente concept italiano

Pasquale Cacciatore

Ecco la mia breve lista di desideri per iOS 7:

  • Tiles per abilitazione/disabilitazione veloce di WiFi, rete 3G, geolocalizzazione, e così via.
  • Miglioramento del download manager di Safari
  • Possibilità di associare funzioni a determinate applicazioni (es. apertura di una foto in un programma di editing direttamente dalla galleria immagini) e di scegliere applicazioni di default
  • Miglior gestione del multitasking (magari con una sorta di Expos

Martina Oliva

Ecco cosa mi piacerebbe vedere di nuovo e di utile (almeno per me) in iOS 7:

  • La possibilità di implementare nuovi widget a piacere.
  • Un centro notifiche intelligente con cancellazione automatica di tutto ciò che è stato già visualizzato.
  • La possibilità di controllare la connettività direttamente dal centro notifiche.
  • Una migliore gestione del multitasking compresa la possibilità di chiudere una o più app insieme e quella di visualizzare delle anteprime e non solo le icone.
  • La funzione “Non disturbare” sempre in funzione anche con schermo attivo.
  • Un’assistente vocale in grado di interagire a pieno con l’utente, con iOS e sopratutto con tutte le app in uso e che sia in grado di comprendere perfettamente l’italiano (e perché no anche l’itagliàno) e, giusto per darsi due risate, che faccia anche un maggior numero di battute.
  • Delle cartelle più capienti.
  • Un’interfaccia utente ancora più minimal, ancora più semplice, ancor meno glass ma comunque elegante ed altamente intuitiva (e sappiamo che forse, almeno questa, arriverà di sicuro).
  • Miglioramento della durata della batteria.
  • Tanti, tantissimi miglioramenti per l’app Mappe.
  • Maggiore interazione tra le varie app installate e iOS (Esempio: installando Dropbox vengono aggiunte funzioni extra come la possibilità di salvare un file da un’altra app su Dropbox).

Gospel

Quello che vorrei vedere in iOS 7 sono essenzialmente tre cose.

La prima immagino sia piuttosto diffusa. E cioè la possibilità di avere delle scorciatoie su schermo, liberamente configurabili, à la sbSettings.
Dopo anni di peregrinazioni nelle Impostazioni, credo che sia meritato.

A seguire, una maggiore flessibilità della funzione “Non disturbare”, con magari la possibilità di creare vere e proprie white e blacklist.

Per ultima, ma forse per importanza andrebbe messa per prima, due sole parole: App Store.
Vi prego, fate qualcosa. È tremendamente lento su iPhone 5, e quando qualche amico mi chiede di dare un’occhiata al suo iPhone 3GS, 4, addirittura 4s, preferirei un attacco di orticaria.
Sarebbe gradito poter avere un App Store utilizzabile in maniera decente, che sia rapido.
La vera pecca di iOS 6, per quanto mi riguarda, non sono state infatti le Mappe. È proprio App Store a fare pena, senza mezzi termini e senza timore di smentita.
Un po’ di brio, che diamine.