Gaming su Mac: qual è la situazione attuale?

di Giovanni Tripodi Commenta

Concentriamoci su un approfondimento che potrebbe fare la differenza per gli appassionati di gaming

I PC Windows sono, da molti anni a questa parte, la scelta preferita dei fan dei videogame di tutto il mondo. Il sistema operativo di Microsoft può infatti essere installato su qualsiasi macchina, da un portatile a un assemblato, garantendo la massima versatilità in tema hardware. I Mac, d’altro canto, sono pronti all’uso ma è pressoché impossibile cambiar le loro componenti interne, motivo per cui molti utenti appassionati di gaming decidono di optare per l’OS Windows.

Diciamocelo: i dispositivi Apple non sono certo pensati per essere utilizzati come macchine da gioco o, quanto meno, questo non è ovviamente il loro impiego principale. Negli anni, tuttavia, sempre più sviluppatori si sono avvicinati al mondo del gaming su Mac, offrendo agli utenti della mela morsicata un’ampia libreria di titoli con cui passare il tempo.

Source: Pexels.com

Da Blizzard a Electronic Arts, gli studi di sviluppo che decidono di investire sul sistema operativo di Apple sono in continuo aumento. Complice senza dubbio l’esplosione del mobile gaming su Android e iOS, molti game developer hanno iniziato a sviluppare i loro giochi anche per Mac. Ne è un esempio lampante Epic Games, studio di sviluppo noto ai più per aver dato vita al motore grafico Unreal Engine e alla serie di Gears of War, sparatutto in terza persona disponibile su Xbox. Nel 2017, Epic Games ha poi rilasciato Fortnite, battle royale che ha riscosso grande successo in ogni parte del mondo ed è ancora oggi apprezzato e seguito da milioni di utenti, con tornei che mettono in palio montepremi milionari. Il gioco è stato pubblicato su diverse piattaforme, dalle classiche console ai dispositivi mobili, nonché su PC e Mac. Ciò ha senz’altro contribuito alla popolarità del titolo, offrendo ai gamer la possibilità di scegliere liberamente la piattaforma di gioco preferita su cui avviare le loro partite.

Ma Fortnite non è, ovviamente, l’unico esempio di successo. Anche Blizzard ha pubblicato molti dei suoi titoli più famosi su Mac: da World of Warcraft a Hearthstone, passando per il MOBA Heroes of the Storm, gli appassionati non possono certo ritenersi insoddisfatti. Grande assente Overwatch, che resta esclusiva PC e console. La maggior parte dei giochi Blizzard, inoltre, permette di sincronizzare i propri progressi di gioco tra le varie piattaforme: è questo il caso di Hearthstone, gioco di carte disponibile sia su PC e Mac che su smartphone e tablet. Non da meno lo studio di sviluppo Plarium che, grazie al launcher Plarium Play, offre ai suoi utenti la possibilità di scaricare i suoi giochi su computer e raggrupparli in un unico posto, connettersi a un’ampia community di giocatori e sincronizzare i progressi tra Windows, Mac e smartphone. Una soluzione senza dubbio comoda e apprezzata dai giocatori, che possono beneficiare della massima versatilità per i titoli dello studio israeliano, da Raid: Shadow Legends a Vikings: War of Clans.

Gaming per Mac
Source: Plarium.com

Al giorno d’oggi, le opzioni disponibili per il gaming su Mac sono numerose e variegate, in grado di offrire agli utenti un’ampia gamma di titoli conosciuti e non. Certo, le prestazioni non saranno delle migliori, soprattutto sui modelli con scheda video integrata, ma la situazione è notevolmente migliorata rispetto a pochi anni prima. E, in alternativa, chi non è in grado di rinunciare ai giochi disponibili in esclusiva su Windows, può sempre ricorrere a una macchina virtuale per Mac.