A.T. Research: Apple è a prova di recessione

di Andrea "C. Miller" Nepori 4

sd65f4s3d52f14s3d5f4.png

Dollaro a picco, ripetuti tagli dei tassi, e l’esplosione della bolla dei mutui subprime incombono sul mercato americano e influiscono in maniera fortemente negativa su tutta l’economia mondiale . Ma secondo Shaw Wu, noto analista di American Technology Research, Apple ha tutte le carte in regola per superare indenne l’ondata di recessione che minaccia di investire i mercati.

La nostra sensazione è che il mercato Mac sia a prova di recessione“, ha detto Wu. Ma l’affermazione dell’analista di A.T. Research non si basa soltanto su “presentimenti”, bensì su dati concreti che dimostrano la solidità delle fondamenta dell’azienda di Cupertino.

Wu aveva ad esempio predetto che le su base annua la crescita delle vendite di computer Macintosh sarebbero salite del 38%, mentre nuove previsioni portano a pensare che esse possano raggiungere un aumento del 42%, come già lasciato presagire dai dati preliminari di febbraio. A rafforzare la base già solida ci pensano le vendite del nuovo arrivato MacBook Air e l’aumento nelle vendite di iPod.

L’unico prodotto che nei prossimi due mesi potrebbe vedere un calo è iPhone, non per un qualche recondito motivo di consenso, ma semplicemente perché gli utenti potrebbero voler aspettare, per effettuare l’acquisto a giugno, in concomitanza con l’arrivo della versione 2.0 del software dello smartphone di Apple.

Per vedere confermate queste previsioni e questi dati bisognerà aspettare il 23 aprile, quando Apple renderà ufficiali i dati relativi al secondo quarto. Vedremo se gli investitori sapranno reagire garantendo al titolo AAPL un meritato recupero dopo il calo registrato a gennaio.