MacBook Pro Unibody: cambio disco e ram

di Emanuele L. Cavassa 16

Con la presentazione durante la conferenza d’apertura della WWDC 09 dei portatili Pro rinnovati su alcune caratteristiche (slot sd e batteria non rimovibile in particolare), in molti utenti si sono chiesti se ci sarebbe stata la possibilità di sostituzione comoda di hard disk e moduli ram, come avveniva sui precedenti MacBook Unibody 13″ e MacBook Pro Unibody da 15″.

In redazione ci sono pervenute varie domande a tal merito, in particolare il problema che si pongono maggiormente gli utenti è: “dovrò ricorrere all’assistenza per cambiare il disco o espandere la ram?”

Vediamo di fare un po’ di chiarezza.

MacBook Unibody 13″ e MacBook Pro Unibody 15″

Su questi modelli il pannello sottostante al portatile era suddiviso in due parti, di cui una facilmente rimovibile per avere accesso immediato al disco ed alla batteria.
Era sufficiente sollevare una linguetta che sganciava il coperchio del vano batteria e disco (vedi immagine seguente).

Per la ram, era però necessario già prima rimuovere il pannello più grande dal corpo del Mac: svitando 4 viti esterne e 4 viti nel vano del disco.

MacBook Pro 13″, 15″ e 17″ Unibody.

I nuovi MacBook della serie Pro, ora anche da 13″ dopo la decisione di Apple di lasciare nominalmente al pubblico consumer il MacBook in policarbonato bianco, derivano dal 17″ pollici le soluzioni tecniche: batteria non sostituibile dall’utente e un unico pannello posteriore.

Questa scelta ha sicuramente consentito ad Apple di re-ingegnerizzare l’interno dei suo notebook per far spazio ad una batteria di dimensioni maggiori e quindi anche più duratura.

Si pone però l’apparente problema di accesso al disco: apparente perché come abbiamo visto anche sui modelli precedenti era necessario rimuovere l’intero pannello posteriore per accedere alla ram. Ora dobbiamo svitare anche per arrivare all’hard disk.

Poco male: la procedura è assolutamente veloce ed indolore: muniti di un cacciavite a stella dalla punta piccola, vanno rimosse le 4 viti in alto nel pannello, le 2 ai lati (una per lato) e le 4 in basso.

Esercitando una piccola trazione sul pannello questo si sgancia per consentirci di accedere alla componentistica interna.

Per rimuovere il disco, come nella serie precedente, vanno svitate le 2 ulteriori viti sul blocco di sicurezza dell’hard disk.

Considerazioni

Può sembrare più complesso per il cambio del disco, se però deve essere fatta anche l’espansione della ram la procedura diventa più semplice di un passaggio (non è necessario rimuovere il pannello piccolo).

In particolare, poi, nulla a che vedere in termini di semplicità rispetto al cambio di ram e disco sul MacBook bianco o sui vecchi MacBook Pro non Unibody.

Con il bianco, infatti, va rimossa la batteria, svitata un’asta ad L che copre ram e disco, sfilato il disco dal suo alloggiamento e liberato dal supporto a cui è avvitato, quindi rimesso il disco nuovo e richiuso il tutto, con dei distanziatori gommosi sull’asta a L che inevitabilmente fanno perdere tempo nel richiudere il vano.

I vecchi Pro, invece, andavano smontati quasi interamente per riuscire ad accedere al disco.
Ora è una passeggiata, con le 10 viti da svitare ed un solo pannello da rimuovere.

Immagini tratte da iFixit.com