iMac e MacBook a rischio class action per i filtri antipolvere

di Gio Tuzzi Commenta

Doveroso analizzare meglio la questione che sta coinvolgendo gli iMac e MacBook, ora a rischio class action per l'inaspettata assenza di filtri antipolvere

Rimbalza in Rete una notizia che per certi versi ha del clamoroso, in quanto Apple pare stia rischiando una vera e propria class action riguardanti modelli come iMac e MacBook, nei quali sarebbero assenti dei filtri antipolvere, con relativa esposizione per gli utenti a problemi non previsti in fase di acquisto.

L’accusa sotto questo punto di vista è stata molto chiara e a questo punto si attende la reazione di Apple in merito alla storia degli iMac e MacBook. Ecco uno stralcio estratto da questa presa di coscienza e posizione:

“I possessori di iMac e MacBook riferiscono macchie e sbavature scure nell’interno degli schermi dei loro computer desktop, oltreché eccessiva lentezza e il danneggiamento dei loro computer a causa della mancanza di filtri nei computer Apple. Il computer attinge aria fresca dall’esterno e la convoglia ai suoi componenti, ma senza filtri, la polvere resta intrappolata. Ciò ha effetti sullo schermo e sulla scheda logica, portando a polvere incastrata sotto lo schermo o impastata sulla scheda logica, causando rallentamenti o surriscaldamento”.

Insomma, al momento c’è grande incertezza e non conosciamo ancora come cambieranno le cose per gli iMac e i MacBook in futuro. Restate sintonizzati sulle nostre pagine per saperne di più.