iMac AR, spunta un concept davvero suggestivo

di Giovanni Tripodi Commenta

Qualcosa di davvero interessante che unisca il mondo Mac alla realtà aumentata è stato immaginato da Dominik Hofacker, riuscendo a creare un concept su un improbabile iMac AR, ma assolutamente di grande appeal.

Tutto fa leva sulla realtà aumentata che pian pianino si sta facendo strada nel mondo della tecnologia, con visori ed altre tecnologie di questo tipo che però non sembrano ancora essere riusciti a sfondare sul mercato. Il punto principale è che al momento questi particolari dispositivi non mostrano effettivamente qualcosa di concreto o di diverso rispetto alla tecnologia normale ed in molti non pensano che valga la pena spendere cifre esorbitanti per poterli sfruttare.

Il concept di un iMac AR davvero incredibile

Qualcosa di assolutamente fantascientifico però è stato ideato da Hofacker che, avvalendosi proprio dei classici visori AR, ha provato ad inscenare un iMac AR, un pc assolutamente virtuale senza alcun elemento fisico da poter toccare. Visto come ormai Apple sia pronta a lanciare per la prima volta sul mercato anch’essa degli Apple Glasses, quindi un nuovo visore AR, Hofacker è andato ben oltre, lasciando libero spazio alla sua immaginazione e lasciandosi travolgere da questa realtà aumentata utilizzata per il mondo dei pc.

Ecco che dal suo video concept si può notare un iMac AR dove, indossando dei semplici occhiali, spuntano tastiera e display virtuali con diverse finestre da poter gestire in tutta comodità, senza avere davanti a sé qualcosa di reale e tastabile. Una scrivania vuota che si anima in modo virtuale grazie a questo iMac AR, con degli occhiali che permettono una visuale 3D ed eviteranno di dover contare sulla distribuzione hardware di monitor che, oltre ad essere alquanto costosa, risulta essere a volte una vera e propria seccatura. In questo modo si potrà lavorare ovunque, avere un computer sempre a portata di mano, senza però avere nulla in mano, ma indossando semplicemente degli occhiali.

Apple ha già brevettato una tastiera virtuale per MacBook Pro

L’idea è alquanto futuristica ed intrigante, probabilmente ci vorranno anni per poter assistere ad una situazione di questo tipo, ma non è detto che Apple non possa metterla in pratica. L’azienda di Cupertino ama le sfide interessanti e stimolanti, cerca sempre qualcosa di nuovo ed unico e l’idea di poter puntare in un futuro, nemmeno troppo lontano, su un iMac AR, potrebbe tramutarsi anche in realtà. Non è di certo un caso come Apple abbia già creato brevetti riguardanti tastiere virtuali per MacBook Pro, quindi di base c’è la volontà di eliminare prodotti fisici per rendere la vita degli utenti molto più semplice, soprattutto quando bisogna spostarsi da un luogo all’altro.