iTablet: può davvero essere reale?

di Michele Baratelli 10

Qualche giorno fa avevamo parlato dell’ipotetico e tanto “rumoreggiato” arrivo di un nuovo prodotto di Apple che abbiamo soprannominato, in modo simpatico, iTablet. Qualche giorno dopo, consci che di rumor si trattasse, lo abbiamo decretato fake per via delle nuove dichiarazioni di Apple e Intel su iTablet. I rumors però non sono finiti qui: un autorevole sito estero torna sull’argomento, e ci torna con nuove indiscrezioni. Verità o super bugia?



Permetteteci solo di puntualizzare che sempre di rumor si sta parlando: il bello dei prodotti Apple sta anche nell’attesa e della continua ricerca della novità.


Avevamo già analizzato la piccola porzione di mercato in cui si trovano i Tablet Pc parlando riguardo ad iTablet e non vogliano tornarci ancora oggi: permetteteci però un appunto. Come già accaduto per certi prodotti, vedi iPod, il lancio da parte di Apple di un ipotetico iTablet significherebbe una possibile rivoluzione e re-interpretazione del tema: siamo sicuri che un ipotetico Tablet Mac sia proprio da scartare?


A parte le caratteristiche puramente tecniche e di componentistica, che subito tratteremo, vorremmo porre la vostra attenzione su una particolare problematica di questo iTablet: il form factor. Apple è da anni che sperimenta possibili soluzioni per creare un Tablet, o almeno così si è sempre detto e scritto. Nell’immagine qui sotto proposta, vedete un progetto/brevetto di Apple, datato 2005, di un ipotetico Tablet. È forse una prima idea di forma, anche se per il brevetto in questione non erano importanti.


Quello di cui tanto si rumoreggia ora è un prodotto che dovrebbe ricalcare la fortunata forma di iPhone: sicuramente di dimensioni maggiori. Il form factor di iPhone è studiato dalle aziende rivali tanto che Blackberry, ad esempio, ha sfornato il suo ultimo prodotto, il Blackberry Bold, con un design molto “iPhone like“. È proprio sull’onda di questa spinta di marketing legato a una “forma” che i rumors immaginano iTablet come un iPhone gigante.


Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, oggi ci vogliamo esporre un po di più della volte precedente. Quello che si è vociferato in questi giorni sostiene che iTablet avrà le dimensioni di un 12-13 pollici e sarà basato su Mac OS X. Inoltre conterrà al suo interno uno slot SuperDrive, una sorta di GPS, non meglio qualificabile, e un chip Intel Core Duo, presumibilmente Intel Atom.


Un prodotto di questo genere, in Borsa, potrebbe far andare, ancora una volta, il titolo Apple alle stelle. Sarebbe un perfetto secondo Mac, che si può portare agilmente in giro ed essere utile per riunioni, corsi etc. Un Tablet sarebbe l’ideale per godere appieno di contenuti Web come feed RSS, pagine Web, E-mail, etc. Inoltre una zona dello schermo più grande servirebbe sicuramente a migliorare i dati di input, fornendo una sensazione migliore per una tastiera simile a quella di iPhone e magari potrebbe portare con sé pure il feedback tattile. Il nuovo prodotto di Apple potrebbe segnare anche il ritorno del riconoscimento della grafia per il Mac per la prima volta da quando Newton è stato tolto dal mercato, il 27 febbraio 1998, appena dopo il ritorno di Steve Jobs in Apple.


Un prodotto come iTablet non sarebbe ideale per comporre lunghe E-mail o per scrivere un intero libro, anche se, volendo, tutto è possibile. Tuttavia esso potrebbe essere facilmente abbinato ad una tastiera Bluetooth e anche a un software di riconoscimento vocale, come MacSpeech’s Dettate. Va bene, ora abbiamo fantasticato troppo anche noi, ma, “semel in anno licet insanire“.


Vi sarete ora resi conto che un iTablet potrebbe essere davvero nei piani futuri di Apple e, alcuni siti, lo danno addirittura in uscita per il periodo di Settembre/Ottobre: giusto prima della grossa corsa agli acquisti. Se davvero uscisse, potremmo dire “Noi ve lo avevamo detto“, ma, se non dovesse uscire, potremmo dire lo stesso “Noi ve lo avevamo detto” … “che era un rumor” !


[via]