Apple avvia l’adozione dello standard Bluetooth 4

di Redazione 1

La settimana scorsa, contestualmente al lancio di OS X Lion, abbiamo assistito all’aggiornamento dei due computer Apple più mini che ci siano: parliamo ovviamente dei nuovi Mac Mini e MacBook Air.

Nessuna innovazione rivoluzionaria, si è trattato più che altro di un corposo speed bump. Anzi, il Mac Mini ha anche perso qualcosa (l’unità ottica). Ma una piccola novità c’è: si tratta del nuovo standard Bluetooth 4, qualcosa di cui si sentirà parlare molto in futuro. Vediamo di cosa si tratta.

Chi possiede un iPhone, soprattutto se precedente al 4, ha sempre avuto qualche problemino di autonomia. Per evitare di arrivare a fine giornata con un iPhone irrimediabilmente spento, è spesso necessario dover disattivare alcune funzioni, tra queste ovviamente il Bluetooth. Una triste storia, che pare finalmente sulla via del tramonto: per avere un’idea di cosa sarà possibile fare con il nuovo Bluetooth, basti pensare agli accessori Nike+, che sfruttano una tecnologia proprietaria per inviare informazioni da un sensore posto all’interno delle scarpe al dispositivo voluto. Non sarebbe possibile con il Bluetooth attuale perché richiederebbe troppa energia, mentre con il nuovo standard si parla addirittura di un anno di autonomia con una semplice batteria per orologi.

Casio Bluetooth G-Shock

E a proposito di orologi, quello che vedete proprio qui sopra è il nuovo G-Shock Bluetooth della Casio, il primo orologio che si avvale delle potenzialità del Bluetooth 4: la comunicazione con il cellulare gli consentirà di sincronizzare l’orario (e quindi potremo avere un orologio sempre precisissimo grazie al download dell’orario dalla rete), oltre a notificarci della ricezione di chiamate, SMS, o email. C’è anche una funzione che ci permette di trovare lo smartphone o altri dispositivi elettronici, facendolo suonare o vibrare direttamente dall’orologio. Certo, non è un Find my iPhone, stiamo parlando di una portata di 5 metri, ma può comunque essere utile.

Sì, ma con quale cellulare lo uso?

Questo è il problema, attualmente. Possiamo ottimisticamente sperare che il futuro iPhone 5 adotterà questo standard, essendo già pronto per l’uso ed inserito, come detto in apertura, negli ultimi computer di casa Apple. Oltre al bassissimo consumo energetico (circa 1% rispetto all’attuale) si parla anche di una latenza nettamente inferiore, 6 millisecondi contro 100. Questo naturalmente porterà ad una rivoluzione dei dispositivi portatili, non solo auricolari Bluetooth (che pure beneficeranno, eccome, del nuovo standard), ma tanto altro. Che ne dite, possiamo iniziare a sperare in un vero e proprio iWatch con alcune caratteristiche del nuovo Casio, magari come aggiornamento dell’attuale iPod Nano?

[via]