FIFA 11 per iPad: il calcio di EA alla prova tablet

di Michele Baratelli 1

Dopo una versione per iPhone e iPod touch che ha incontrato il successo del pubblico nonostante qualche “svista di programmazione” dettata dalla fretta di arrivare sul mercato,  FIFA 11, la più nota simulazione di calcio per console/PC, è disponibile da qualche settimana anche per iPad. Il gioco fa parte di quella categoria di titoli “speciali” che non hanno preso parte ai grandi saldi natalizi di EA e nonostante il prezzo importante FIFA 11 per iPad ha venduto bene (per quanto le classifiche di App Store permettano di capire) nonostante qualche commento fortemente negativo da parte di alcuni acquirenti. Ecco la nostra opinione.

Al primo avvio FIFA 11 per iPad stupisce così come la prima versione per iPhone/iPod touch. Tanti campionati a disposizione, tutte le squadre di calcio conosciute e non (presente il campionato USA e le “serie B”), facce dei giocatori che ricordano gli originali, animazioni ben fatte (a parte il pubblico spalmato in 2D), maglie ufficiali con tanto di sponsor e potrei andare avanti ancora per parecchie righe. Tutto benissimo, peccato che poi a rompere l’idillio arrivi il fischio d’inizio.

I giocatori con le loro magliette ufficiali hanno tutti il numero 18 stampato sulla maglia (nelle animazioni il bug scompare misteriosamente), il gioco è lento e la grafica non è impeccabile come le animazioni iniziali. Peccato che anche i controlli, parte fondamentale per un gioco di calcio, siano poco precisi: in questo caso darei però la colpa agli scatti del gioco e alla impossibilità di chi scrive di stare “al pari” con la conseguente lentezza e imprevedibilità del giocatore comandato.

Tutto questo mi ricorda quanto avvenuto con la prima versione di FIFA 11 per iPhone. Gioco dalla grafica incredibile ma, credo, testato nella fase pre-vendita su un “iPhone 5” oppure solo su un Mac via emulatore della SDK. Solo che in quel caso il prezzo, 3,99 euro per un gioco di punta tanto atteso, pesava di meno rispetto ai 7,99 euro di questa versione per iPad.

Tutto male? No, probabilmente la delusione per non poter giocare pienamente a questo titolo tanto atteso mi ha portato a trovare solo i lati negativi di questo gioco. Basterebbe infatti un aggiornamento (ripeto, in stile FIFA 11 per iPhone, magari già che ci siamo impegnandosi un attimino di più) per rendere giocabile questa simulazione di calcio che a tratti mi ha lasciato con i lucciconi agli occhi per quanto è ben realizzata.

Infatti mi era mai capitato, giocando ad un gioco di calcio su un iDevice, di incontrare alcune particolari animazioni come ad esempio un fallo di mano prontamente sanzionato, un portiere che para con una fisicità credibile, un controllo di palla senza colla al piede e la possibilità di passare la palla o di calciare in porta senza “telecomando”.

Nella fase di attacco mi è piaciuta la possibilità di far avanzare un compagno senza palla tramire swipe sullo schermo e la credibilità del nostro alter ego virtuale quando, un esempio su tutti, si trova a calciare in porta. È infatti ben diversa, e ripeto credibile, la riuscita di un tiro da fuori area se a calciare è Messi del Barcellona o un attaccante del mio Varese (Serie B).

Relativamente a quanto accade nella fase di difesa, interessante è il pressing sull’avversario mentre la scivolata la vivo ancora come un colpo di scimitarra verso un ignaro avversario. Detto questo, impossibile giocare a FIFA senza far ricorso alla “scivolata selvaggia”. Non mi è piaciuta invece la gestione del “cambio giocatore” tramite apposito tasto perché l’algoritmo che la gestisce è poco preciso ed è ancora più veloce e risolutivo andare a selezionare il compagno di squadra prescelto sullo schermo. Peccato.

Il gioco ha una buona longevità poiché mette a disposizione i vari campionati nazionali e le rispettive coppe. Alla lunga però si sente la mancanza di una modalità multiplayer ma apprezzo sinceramente che EA ci stia silenziosamente lavorando senza utilizzare noi acquirenti come cavie, proponendo magari una sottospecie di modalità multigiocatore castrata.

FIFA 11 per iPad [iTunes link] è sulla carta una completa simulazione di calcio per il tablet di casa Apple: peccato per la lentezza di gioco che va a discapito del gameplay oltre ad essere, alla lunga, frustrante. Sono sicuro che EA sia già pronta con un update del gioco che, snellendolo, lo renderà così pienamente giocabile. Per gustarsi al momento FIFA 11 nella sua pienezza, a meno che il problema non sia solo nel mio iPad e in quello di una manciata di amici, consiglio di riavviare il dispositivo un paio di volte e disabilitare la simpatica telecronaca oppure, più semplicemente, fare qualche partita nel campo di allenamento.