WWDC 2020, il 22 giugno partirà la conferenza virtuale

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple è sempre attenta ai propri utenti e questa volta, nonostante la pandemia generata dal Coronavirus, non ha voluto deludere nessuno, proponendo comunque la WWDC 2020, ma chiaramente in modo assolutamente virtuale.

Fino a qualche settimana fa, questa conferenza degli sviluppatori Apple,sembrava essere annullata del tutto, non c’erano notizie sul suo possibile svolgimento. L’azienda di Cupertino si era limitata ad annunciarne la sospensione, ma per fortuna il mondo virtuale è venuto in soccorso di tutti gli appassionati del settore e dal 22 giugno, per circa una settimana, sarà possibile partecipare interattivamente a questa WWDC 2020.

WWDC2020

Come partecipare alla WWDC 2020 di Apple?

Nel dettaglio, per poter aderire alla Worldwide Developers Conference bisognerà entrare nell’applicazione creata ad hoc, Apple Developer, oppure recarsi sul sito Apple Developer. Phil Schiller, capo del Marketing Apple, ha dichiarato come si tratterà dell’edizione di maggior respiro della storia di Apple, in quanto avranno modo di partecipare oltre 23 milioni di sviluppatori, tutti in collegamento rigorosamente online.

Questi sviluppatori potranno finalmente assistere ai nuovi strumenti ideati da Apple per aiutarli a creare nuove applicazioni e migliorare di gran lunga i vari servizi. C’è quindi grande attesa per scoprire la nuova WWDC 2020, unica nel suo genere perché vedrà la partecipazione di tutti gli sviluppatori che da anni lavorando a stretto contatto con il mondo Apple ed il tutto avverrà semplicemente in maniera virtuale.

Un occhio ai giovani studenti e le novità della WWDC 2020

Vista l’eccezionalità dell’evento, Apple ha deciso di ideare un concorso per i giovani studenti, Swift Student Challenge, che garantirà loro la possibilità di mostrare tutta la creatività che possiedono nell’ambito della programmazione. E’ stata creata a tal proposito la piattaforma Playground Swift. Tutti gli studenti che sono interessati a questa iniziativa, potranno inviare la propria candidatura per la Swift Student Challenge a partire dal 18 maggio.

Ritornando a ciò che Apple mostrerà durante questa WWDC 2020, ci si attende con ansia di assistere alle nuove versioni di iOS, quindi con il tanto chiacchierato iOS 14, senza escludere le novità di iPadOS 14, watchOS 7, tvOS 14 e macOS 10.16. Non è detto poi che non possano esserci anche delle novità in campo hardware, la possibilità di assistere ad esempio ai nuovi iMac 23”, agli AirPods Pro Lite o il tanto chiacchierato tappetino di ricarica AirPower. Staremo a vedere cosa ci proporrà Apple.