Nuovi MacBook Pro M1 nel 2021, MacBook Air nel 2022

di Giovanni Tripodi Commenta

Nuove ed interessanti indiscrezioni giungono dall’affidabile analista Ming-Chi Kuo e riguardano nel dettaglio nuovi modelli di MacBook Pro con processore M1 e nuovi MacBook Air.

Apple ha intenzione di rivoluzionare anche il mondo dei suoi MacBook e già dal 2021 ci saranno forti segnali a riguardo che punteranno sempre sui nuovi processori M1 e display con retroilluminazione mini-LED. Per quel che riguarda i nuovi modelli di MacBook Pro con processore M1, l’importante rivoluzione estetica avverrà già a partire dal prossimo anno, seppur probabilmente bisognerà attendere più il secondo trimestre.

mini-LED MacBook

La rivoluzione in campo MacBook con i display mini-LED

A quanto pare l’idea di Apple è di puntare su due nuovi dispositivi appartenenti alla famiglia MacBook Pro, mentre nel 2022 poter dar spazio al MacBook Air totalmente rinnovato. Entrambe le varianti avranno l’opportunità di puntare sul display mini-LED, di cui si sta parlando davvero molto negli ultimi mesi, ma finalmente Apple sembra essere giunta ad una svolta. L’aspetto fondamentale è che questo tipo di tecnologia mini-LED avrà un costo minore rispetto a quanto previsto inizialmente da Apple. Ci sarà a questo punto modo di poter avere un numero maggiore di forniture già a partire dall’anno che sta per arrivare, per poi consolidarsi nel 2022.

I vantaggi soprattutto economici della tecnologia mini-LED

Una buona notizia per gli utenti che potranno così acquistare i nuovi MacBook Pro con processore M1 ed i nuovi MacBook Air a prezzi inferiori rispetto a quanto ipotizzato all’inizio. Non è consono poter puntare su prodotti di nuova generazione e con nuove tecnologie che si ritrovano però a poter essere più accessibili a livello di prezzo, soprattutto se parliamo di Apple, ma soprattutto con il MacBook Air sarà previsto un costo molto più basso rispetto alle aspettative iniziali.

Ricordiamo come la tecnologia mini-LED sia totalmente differente da quella OLED, che invece risulta essere piuttosto costosa, ma allo stesso tempo non si può non evidenziare la sua qualità. La tecnologia OLED illumina direttamente i singoli pixel, e pertanto non ha bisogno di retro-illuminazione come LCD. Rispetto a OLED, tuttavia, gli LCD costano molto meno ma fino ad oggi soffrivano di grossi difetti: neri slavati, consumi superiori e una retro-illuminazione disomogenea. Con la retroilluminazione mini-LED, lo schermo riuscirà ad illuminare solo piccole porzioni di display, garantendo una maggiore precisione e quindi aumentandone la qualità. Attendiamo nuove notizie sui prossimi MacBook Pro con processore M1 e MacBook Air.