iPhone 12, grazie al processore A14 sarà potente quanto il MacBook Pro

di Gio Tuzzi Commenta

Continuano ad emergere notizie sui prossimi iPhone 12, sappiamo ormai molti dettagli riguardanti i prossimi top di gamma, ma questa volta vogliamo concentrarci sul nuovo processore A14 che li animerà.

Apple infatti punterà su questo potentissimo chipset che potrà garantire ai prossimi iPhone 12 la stessa potenza di un MacBook Pro da 15 pollici. Ciò sarà possibile perché il nuovo processore Apple A14 sarà realizzato con un processo produttivo a 5nm, un passo nettamente superiore ai 7nm e sono stati gli amici di TSMC a spiegare il perché.

Apple A14

Perché il chipset A14 degli iPhone 12 è così potente?

Con questo nuovo tipo di processo produttivo si potrà arrivare a raggiungere 15 miliardi di transistor, praticamente la medesima cifra raggiunta dalle CPU di un desktop di fascia alta. Apple però non sfrutterà tutta questa potenza, per questioni chiaramente di spazio e punterà su unì’area chip di 85 mm quadrati che comunque avrà modo di generare 12,5 miliardi di transistor. Grazie a questo processore A14 gli iPhone 12 si ritroveranno con prestazioni multi-core di elevata potenza e stando ai vari punteggi GeekBench si arriverà facilmente a far segnare 5000 punti, gli stessi che ha fatto registrare ad esempio il MacBook Pro da 15 pollici. Ecco quindi che questa elevata potenza del processore A14 potrà garantire prestazioni di altissimo livello agli iPhone 12, anche se non sappiamo se su tutte le varianti sarà montato tale chipset.

Tutto ciò che c’è da sapere sugli iPhone 12

Da ciò che si può evincere dal passato, Apple non dovrebbe modificare il processore tra un dispositivo e l’altro della stessa linea, quanto piuttosto potrebbe cambiare il comparto memorie, con quelle più alte appartenenti alle varianti più performanti e costose. Cosa sappiamo fino ad ora sui prossimi iPhone 12? Innanzitutto il design dovrebbe essere abbastanza simile all’iPhone 4 e agli attuali iPad Pro, non mancherà poi un sensore ToF sul retro per garantire prestazioni AR notevolmente migliorate e chiaramente la modalità ritratto. Spazio poi alla connettività 5G, finalmente anche Apple adotterà questo tipo di connessione per i prossimi top di gamma e come visto non mancherà il processore A14 con processo produttivo a 5nm, anche se i 6GB di RAM saranno previsti solo sulle due varianti più costose. Non ci resta che attendere qualche altra novità a riguardo sugli iPhone 12.