Coronavirus, chiusi tre Apple Store in Cina

di Gio Tuzzi Commenta

La situazione del Coronavirus in Cina è davvero allarmante e purtroppo a risentirne sarà anche Apple, visto come siano stati già chiusi tre Apple Store sul territorio cinese.

Tim Cook ha fatto sapere come, nei negozi ancora aperti, siano state utilizzate misure preventive e straordinarie, con pulizie costanti ed orari ridotti, proprio per sopperire a questa situazione di emergenza totale. E’ evidente però come il problema Coronavirus in Cina stia danneggiando anche aziende che producono in quella zona e di certo non è la questione della chiusura degli Apple Store ad essere più grave. C’è una grande difficoltà che si sta provando a contrastare in tutti i modi, proprio nell’epicentro del Coronavirus, Wuhan, ci sono diversi fornitori di Apple, ma l’azienda ha fatto sapere che ha già attuato un piano di emergenza per sopperire alla loro chiusura temporanea.

apple

Quali conseguenze per Apple a causa del Coronavirus?

L’analista Ming-Chi Kuo ha provato a spiegare le conseguenze che un’azienda come Apple si ritroverebbe ad affrontare qualora quest’emergenza continuasse per un periodo indeterminato di tempo. In primis si darebbe vita ad una netta riduzione della consumer confidence in Cina e in tutto il mondo. In questo caso si parla di un indice che misura l’ottimismo dei consumatori e secondo l’analista cinese la situazione peggiorerà per Apple a causa del Coronavirus. Con la chiusura di diverse aziende produttrici, che in Cina determinano ancora il 50% di tutti i prodotti Apple, si rischia di non riuscire ad avere disponibili i nuovi prodotti entro il primo semestre, includendo anche lo smartphone economico. Entro marzo Apple svelerà questo nuovo iPhone di fascia media, ma se la situazione non migliora, ci saranno davvero poche scorte disponibili.

Altri aspetti catastrofici per Apple

Secondo Ming-Chi Kuo ci saranno problemi anche nell’assemblare i prodotti Apple durante il secondo semestre del 2020. La difficoltà maggiore, con le fabbriche cinesi chiuse, riguarderà testare la qualità dei componenti e dei materiali più innovativi. Un ulteriore aspetto da considerare riguarda anche l’impossibilità di viaggiare dalla Cina e verso la Cina, creando problematiche anche per i progetti del futuro, perché molte delle decisioni per il prossimo anno vengono prese già a partire da questo in corso. Se gli uomini chiave non possono viaggiare, allora diventa tutto ancora più complicato. Insomma il Coronavirus sta creando non solo caos a livello di salute, ma anche per molte aziende che producono in Cina, inclusa Apple.