Apple, passo importante per lo sviluppo del primo modem diretto agli iPhone

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple quest’anno si è prodigata nello sviluppo personale del primo processore indipendente dedicato ai Mac, con il chipset M1 ed abbandonando gradualmente l’azienda fornitrice Intel.

Lo stesso percorso avverrà anche in campo iPhone, seppur in questo caso il percorso sarà più lungo. Arrivano notizie positive a riguardo da parte di alcuni dipendenti della divisione tecnologie appartenenti all’azienda Apple e nel dettaglio si parla del VP senior Johny Srouji. Il primo modem di stampo Apple e diretto al mondo iPhone è stato già progettato durante questo 2020, un aspetto fondamentale per il futuro dell’azienda che riuscirà ad essere più indipendente anche in questo campo.

apple modem

Apple prova ad essere meno dipendente da Qualcomm

Bisogna considerare come Apple stia versando cifre piuttosto consistenti a Qualcomm, azienda che al momento produce i vari modem diretti ai diversi iPhone e addirittura ben l’11% dei guadagni di tale società cinese arriva direttamente dalla casa di Cupertino. Non bisogna quindi sottovalutare il dispendio economico a cui Apple è sottoposta ogni anno per poter realizzare gli iPhone nel pieno dell’innovazione tecnologica.

L’idea di rendersi indipendenti anche in questo campo modem è fondamentale per consentire di contenere maggiormente i costi degli iPhone del futuro. Più si va avanti con gli anni e più la tecnologia subisce cambiamenti, ciò inevitabilmente comporta già un dispendio economico non indifferente, per questo sarebbe fondamentale per Apple riuscire almeno a ridurre i costi di produzione dei modem diretti al mondo iPhone.

Quando arriverà il primo iPhone con modem Apple?

Dalle parole del dirigente dell’azienda di Cupertino si evince quindi l’intenzione di poter essere indipendenti anche in tale settore e come sia stata già tracciata una strada iniziale, ma al momento non è chiaro quando potrà arrivare sul mercato il primo iPhone con processore realizzato completamente da Apple. Il punto è che l’azienda di Cupertino ha ancora qualche anno di contratto con Qualcomm, si presume che l’accordo scada nel 2024 e ciò significa che fino ad allora dovrà avvalersi dei suoi modem. E’ probabile però che ci sia qualche versione particolare di iPhone da lanciare prima del previsto proprio con il modem Apple, in modo da iniziare a capire se si potrà spingere fortemente su questo nuovo progetto. Attendiamo nuove informazioni a riguardo.