Apple, nuovo brevetto per registrazioni binaurali su iPhone

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple sta lavorando ad un nuovo ed interessante progetto che potrebbe essere applicato ai futuri iPhone e riguarda nel dettaglio le registrazioni binaurali.

Si tratta di un brevetto scoperto poche ore fa e che dimostra il continuo interesse da parte di Apple per la tecnologia AR. Sono diverse le aziende che si stanno immergendo nel mondo della realtà aumentata, vista come un aiuto concreto per il mondo tecnologico ed ormai gli smartphone devono necessariamente garantire queste novità funzionali.

registrazioni binaurali

Cosa sono le registrazioni binaurali a cui Apple sta lavorando?

Scendendo più nel dettaglio, il nuovo brevetto di Apple riguarda le registrazioni binaurali che sono progettate per essere ascoltate con le cuffie soprattutto in esperienze di realtà aumentata ed il loro scopo è di offrire un risultato molto più coinvolgente, in cui si ha modo di ascoltare chiaramente il suono proveniente da una direzione specifica. E’ attraverso microfoni specifici che vengono realizzate le registrazioni binaurali, ed alcuni sono inseriti all’interno di una testa di manichino per garantire proprietà sonore il più realistiche possibili.

Il compito di queste registrazioni è di catturare accuratamente il modo in cui il suono è influenzato dalla testa e dalla forma delle orecchie. Si può anche optare per l’incorporamento dei microfoni all’interno dei padiglioni auricolari delle cuffie, ma non si ha modo di raggiungere lo stesso effetto di realismo, anche se i risultati sono comunque di buona fattura.

Il lavoro di Apple nel nuovo progetto sulle registrazioni binaurali

Il miglioramento dei risultati è garantito però anche da un’ottima organizzazione software ed è qui che viene concentrato il nuovo brevetto di Apple. In questo caso Apple evidenzia l’uso di due telecamere e quattro microfoni per catturare il suono, che viene poi elaborato dal software per emulare una vera registrazione binaurale. Questo tipo di registrazione ha il compito di dare all’utente che ascolta il suono di avere la sensazione di ritrovarsi proprio lì, immergendosi totalmente nell’ascolto.

Apple sta lavorando già da un po’a questo brevetto sulle registrazioni binaurali ed è alquanto probabile che i prossimi iPhone possano ritrovarsi con questo tipo di tecnologia, il che garantirà all’utente un totale coinvolgimento durante l’ascolto di un qualsiasi tipo di audio. Un lavoro importante che potrebbe garantire l’esclusiva assoluta di questa tecnologia ad Apple, dovrebbe essere la prima azienda a puntare su queste registrazioni binaurali.