Apple, carenza di fornitura per le componenti degli iPhone

di Giovanni Tripodi Commenta

Il periodo alquanto particolare che sta vivendo tutto il mondo, con la pandemia generata dal Coronavirus, ha inevitabilmente causato numerosi problemi a diverse aziende, inclusa la stessa Apple.

Ciò che al momento preoccupa maggiormente la casa di Cupertino è la difficoltà di reperire componenti fondamentali per la gestione del sistema di alimentazione su iPhone ed altri dispositivi. Non riguarda quindi solo il mondo iPhone, ma anche tutti i prodotti di stampo Apple che sono presenti sul mercato. Sono diverse le fonti che hanno evidenziato tale problematica, una situazione alquanto preoccupante in vista delle festività natalizie, dove si sa come in genere siano maggiori le richieste da parte degli utenti.

iPhone

Bloomberg spiega meglio la situazione

Per tutte le aziende, soprattutto quelle tecnologiche, il Natale è visto come una grande opportunità per vendere un maggior numero di prodotti ed Apple punta tantissimo su questo periodo per incrementare di gran lunga i propri guadagni. Con la situazione attuale però, c’è il serio rischio che l’azienda di Cupertino non possa soddisfare tutte le richieste degli utenti. E’ più nel dettaglio Bloomberg che spiega questa carenza causata dalle diverse restrizioni commerciali e interruzioni della catena di approvvigionamento derivanti dalla pandemia di coronavirus in corso.

Bisogna capire come questa mancanza di componenti potrà colpire Apple, proprio in vista del trimestre più importante dell’anno per quanto riguarda le vendite, come insomma abbiamo già accennato in precedenza. Tra l’altro, questo report diffuso da Bloomberg, non specifica quale dei fornitori di chip di alimentazione sta riscontrando questo tipo di problematiche.

Le aziende che forniscono i chip per Apple

Stando a quanto emerso dal teardown degli iPhone 12, i chip per l’alimentazione derivano da aziende come Texas Instruments, STMicroelectronics e Qualcomm, oltre che chiaramente una parte progettata dalla stessa Apple. Questi produttori si ritroveranno comunque a dare la priorità alle componenti dirette agli iPhone 12 e agli altri prodotti Apple, anche perché si tratta del loro cliente più importante e non vogliono correre il rischio di perderlo in futuro. La situazione al momento può quindi sembrare ancora sotto controllo, ma chiaramente molto dipenderà da come procederà questa pandemia, perché le restrizioni continueranno ad esserci, creando evidenti problemi alle aziende produttive. A quanto però non dovrebbero esserci problemi per gli iPhone 12.