Epson iPrint e Airprint: intervista ad Alberto Raviolo

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

Epson
Una delle stampanti Epson per le arti grafiche presente nell'area dimostrativa

La scorsa settimana Epson ha presentato a Manchester la nuova strategia aziendale per il settore business – Epson Engineered for Business – e una preview di alcuni nuovi prodotti per il mercato consumer europeo.
Per l’evento erano presenti a Manchester i vertici della divisione europea della corporation giapponese, compreso Alberto Raviolo, Head Of Consumer Products di Epson Europa. Con lui abbiamo parlato, fra le altre cose, dell’implementazione di AirPrint sui nuovi modelli di stampanti dell’azienda e della nuova versione dell’app Epson iPrint, che abbiamo avuto modo di testare in anteprima su iPad.

Lo sviluppo del nuovo software, che salvo imprevisti dovrebbe essere disponibile su App Store entro la fine di questa settimana, e l’introduzione di nuovi modelli di stampanti che si interfacciano direttamente con AirPrint sono la prima fase dell’implementazione della nuova piattaforma Epson Connect, che comprende anche altre soluzioni di wireless printing. Verso fine luglio iPrint sarà disponibile anche su Android e successivamente l’introduzione dei nuovi prodotti consumer per la stagione 2011/2012 coinciderà con l’implementazione del supporto alla piattaforma Google Cloud Print e all’email printing.

La nuova Epson iPrint (link iTunes) che arriverà su App Store verso la fine di questa settimana, è una versione potenziata dell’applicazione che aveva già debuttato sull’App Store nel 2010. L’interfaccia è stata semplificata e ampliata e sono state aggiunte varie funzionalità di gestione. Molto utili ad esempio il controllo del livello dei colori e la possibilità di impostare direttamente dall’applicazione tutte le caratteristiche di stampa (comprese quelle avanzate) e il formato del documento.

Inoltre con le stampanti multifunzione wireless è possibile anche scannerizzare documenti direttamente da iOs, regolando tramite acquisizione di un’anteprima le impostazioni di scansione e la porzione di immagine da acquisire. Una volta terminata la procedura di “scannerizzazione” il documento viene salvato nell’archivio dell’app, da cui è poi possibile condividerlo con le destinazioni standard previste da iOS.

Quando su iPad, iPhone o iPod touch viene visualizzato un documento stampabile, il menu contestuale offre inoltre la possibilità di stamparlo direttamente con AirPrint se il modello di multifunzione in uso è compatibile (lo saranno sicuramente quasi tutte le nuove stampanti multifunzione wireless che usciranno da settembre) oppure di aprirlo con iPrint per gestirne direttamente la stampa.

Alberto Raviolo ci parla di iPrint e ce la mostra in azione nella video-intervista che trovate qui di seguito.