Onorevoli con l’iPad, attenti ai fotografi

di Andrea "C. Miller" Nepori 14

roberto menia ipad camera

Nel corso dell’ultimo anno iPad ha fatto il suo ingresso nei parlamenti di mezza Europa, compreso quello Italiano. Anche il parlamento inglese lo ha definitivamente accettato, tanto che una deputata ha condotto il primo discorso alla Camera leggendo dal tablet. Il parlamento tedesco è stato investito da una vera e propria iPad mania, tanto che dopo lunga “battaglia” fra scettici e iPaddati convinti è stato modificato il regolamento del Bundestag per permettere di utilizzare il Tablet durante i discorsi ufficiali.

E l’Italia fa forse eccezione? Certo che no. Anzi, i nostri parlamentari hanno già provveduto a guadagnarsi un singolare primato: l’iPad è servito loro per moltiplicare le situazioni imbarazzanti in cui farsi paparazzare. L’ultimo in ordine di tempo è l’Onorevole Menia, beccato dai fotografi a giocare con l’iPad durante gli interventi dell’opposizione.

Lungi da me voler fare il moralista e non voglio assolutamente suonare qualunquista: immagino la noia che possa cogliere durante le sessioni parlamentari. Del resto lavorare si e no tre giorni la settimana può risultare particolarmente stancante, alla lunga, e un po’ di svago si può perdonare. Quel che non capisco è come sia possibile continuare a farsi beccare dopo la figura barbina del parlamentare Simeone di Cagno Abbrescia. Dopo essere stato pizzicato a visitare un sito di escort l’onorevole si giustificò cercando di incolpare l’iPad, reo di avergli aperto quel sitaccio sconcio durante la lettura delle email.

L’onorevole Menia non è neppure l’unico nella foto ad utilizzare un iPad. Il suo collega, a destra, ha pure lui qualcosa di aperto sull’iPad che non sembra essere niente di particolarmente produttivo. Per sua fortuna l’obbiettivo del fotografo non è riuscito immortalarlo con la risoluzione necessaria a capire di che si tratti. Quanto al gioco dell’onorevole Menia, qualcuno ha idea di quale sia? Così magari ce lo scarichiamo e gli chiediamo l’amicizia su Game Center.