Calano le vendite dei Mac nel Q3, IDC e Gartner “danno i numeri”

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Il terzo trimestre solare del 2013, corrispondente al quarto trimestre fiscale Apple, ha fatto registrare un calo sensibile nelle vendite dei Mac negli Stati Uniti, seppure nell’ambito di una lieve ripresa o stabilizzazione del mercato PC nel suo complesso.

Lo dicono i numeri preliminari delle agenzie Gartner e IDC che tuttavia, come già successo in passato, sono in netto disaccordo sul “quanto” e forniscono due previsioni abbastanza differenti, per quanto entrambe negative.

mac family

Gartner e IDC hanno pubblicato i propri numeri in contemporanea: per quanto in accordo su un miglioramento del quadro clinico del mercato PC, le due agenzie danno numeri particolarmente discordanti.

Secondo IDC, ad esempio, il mercato PC americano sarebbe stazionario e avrebbe fatto registrare nel Q3 solare 2013 un –0,2%. Gartner invece indica un +3,5%.
In disaccordo “più lieve” anche i numeri, pur sempre disastrosi, del mercato PC globale: –7,6% secondo IDC, –8,6% secondo Gartner.

E’ sulle statistiche relative ad Apple e alle vendite dei Mac negli States che i dati forniti dalle due agenzie cozzano in maniera più rumorosa.

Gartner parla di un calo del 2,3%, con 2.158.015 Mac venduti nel Q3 2013 a fronte dei 2.208.015 dello stesso periodo dello scorso anno.
IDC invece dipinge tinte assai più fosche, con un –11,2% dovuto al calo da 2,14 milioni di unità vendute nel Q3 2012 agli 1,9 milioni del trimestre che si è concluso con settembre.

Le due agenzie nei comunicati ufficiali non si esprimono sulle cause del calo, avvenute per altro in un trimestre relativamente forte per Apple, ovvero quello del rientro a scuola e delle promozioni connesse al programma back-to-school.
L’attesa per l’aggiornamento dei MacBook Pro e MacBook Pro Retina, potrebbe avere un peso tale da giustificare questa “debacle”?

Per quanto attendibili questi non sono in ogni caso i numeri ufficiali Apple, che arriveranno invece il prossimo 28 ottobre.