Switch da PC a MAC? La guida definitiva!

di Michele Milanese 3

jobs-gates1.jpg

Lo ammetto: non amo molto la valanga di switchers che stanno popolando la scena tecnologica attuale: secondo me la maggior parte sono solo modaioli che prendono il loro MacBook Pro perché fa cool e che poi non lo usano che per mostrarlo agli amici.

Poi se ne disfano perché il menù in alto è “orrendamente antiintuitivo”.

Ma, giustamente, non si può fare di tutta l’erba un fascio ed il mondo è pure pieno di poveri utenti Apple che ancora non sanno di esserlo. Ed è questo gruppo di persone che vanno aiutate…

060807-macpro-quadxeon.jpg

Il fatto è che molte persone non fanno il grande passo di prendere un Mac solo perché sono ancora legate agli stereotipi del passato. Quasi tutti errati!

Il motivo principe per cui si continuano a vendere copie di Windows è che non ci sono i giochi per Mac OS X. Ebbene, questa è la cosa più sensata che si possa dire, ma come dimenticare che grazie a BootCamp è ora possibile installare Windows su tutti i computer Apple (che spesso van meglio della loro contropartita di altre case) e giocare ai vostri giochi preferiti a velocità nativa?

Vi assicuro che dopo aver notato quante bestemmie vi farà sputare Windows smetterete di giocare, vi troverete un lavoro e farete carriera.
Non solo: le donne apprezzano tantissimo i ragazzi che le portano fuori a cena, anziché perdere le nottate sui Sims 2, e quindi il vostro appeal sessuale si incrementerà di sicuro.

Se volete potete passare subito al punto 2: i Macintosh sono cari.

Senza tediarvi tanto, provate ad andare a vedere quanto costa un computer con delle caratteristiche simili ad un Mac e con una qualità costruttiva paragonabile e poi ne parliamo. Viene sempre fuori il nome dei Sony Vaio ed a ragione: sono gli unici computer che prenderei se fallisse la Apple e le scorte venissero distrutte da un attacco nucleare… Però costano, ammazza se costano!

Appurato che con il budget per una Fiat Punto non ci si possa comprare un Maserati (anche il Maserati ha quattro ruote e bla bla, ma vuoi mettere?) si può risparmiare un bel po’ anche nel passare a Macintosh.

Il trucco è tenere gli occhi aperti e non farsi fregare dalle pressioni del marketing: il mio vecchio PowerBook G3 non sarà idoneo per Leopard, ma l’attuale Mac OS X Tiger gira ancora egregiamente con 512MB di RAM e ci posso tranquillamente fare tutte le cose che un utente medio fa normalmente con il proprio computer, compreso un po’ di Photoshop, magari non con l’ultima versione

E parliamo di un computer che è uscito qualcosa come 8 anni fa. Provate voi ad esser produttivi con un laptop del 2000 con sopra Windows XP!

Con 200 euro vi portate a casa da eBay un computer con cui essere produttivi da subito, altro che OLPC o Eee. Senza contare che le donne apprezzano tantissimo chi non sperpera i soldi in tecnologia e che magari prendono un computer usato aiutando l’ambiente!

Diffidate da quelli che vi dicono di non prendere un Mac perché è buono solo per la grafica: è un po’ come dire non chiedere a Rubbia di fare questa moltiplicazione, lui è capace solo di fare gli integrali multidimensionali. Se è buono per la grafica e la musica non sarà certo un muletto per portarvi sulla vostra pagina internet preferita.

Farsi fregare in questo modo sarebbe sciocco, e non serve neppure che vi spieghi quanto le donne preferiscano una persona intelligente ad una sciocca…