Apple Watch, al via i preordini

di Redazione 2

Sono partiti circa un'ora fa i preordini dell'Apple Watch nei paesi in cui il nuovo dispositivo Apple sarò disponibile dal prossimo 24 aprile. Germania, Francia e Regno Unito sono le tre nazioni europee che fanno parte del primo gruppo di lancio.

Il preordine per un Apple Watch si può effettuare unicamente dall’Apple Store Online, tornato disponibile da pochi minuti, o attraverso l’applicazione dell’Apple Store, su iPhone. A partire da oggi negli Store sarà possibile provare il Watch di persona, con appuntamenti di 15 minuti personalizzati, ma il preordine deve avvenire comunque attraverso lo Store online.

apple watch preordini

E’ possibile scegliere di farsi spedire Apple Watch direttamente a casa, dove arriverà esattamente il 24 aprile, oppure prenotare un ritiro presso un Apple Store. La possibilità di acquistarne uno direttamente allo Store nel giorno del lancio non è prevista. Una misura che, secondo la SVP Retail Angela Ahrendts, servirà a scoraggiare le file e a non alimentare la frustrazione dei clienti che potrebbero non trovare il modello che cercano.

L’impressione è che le unità di Apple Watch disponibili al lancio saranno particolarmente limitate e ci sono buone possibilità che la domanda supererà di gran lunga la disponibilità iniziale prevista da Apple.

Gli utenti italiani che volessero già preordinare un Apple Watch possono farlo sugli Store tedesco e francese, selezionando il pick-up presso uno degli Store dei due paesi come modalità di ritiro. In UK, per qualche ragione non meglio specificata, non è invece previsto il pick-up in Store, sarà possibile solamente farsi spedire l’Apple Watch a casa.

Gli altri paesi in cui i preordini di Apple Watch sono partiti oggi: Stati Uniti, Canada, Giappone, Hong Kong, Cina e Australia.
Non è ancora dato sapere per quando sarà previsto il lancio nei paesi di “seconda fascia”, di cui l’Italia fa parte. Precedenti esperienze suggeriscono che potrebbe volerci almeno un altro mese, ma tutto dipende dalla capacità produttiva di Apple e dunque dalla disponibilità di Apple Watch a livello globale.