Apple TV, non è più solo un hobby?

di Andrea "C. Miller" Nepori 4

Steve Jobs lo aveva detto a più riprese, Apple TV per noi è un hobby. Questa era ed ufficialmente è ancora la linea di Apple riguardo al set box recentemente rinnovato. Giusto all’inizio di giugno, sul palco della D8 conference, Jobs aveva reiterato questa visione e non aveva previsto grosse novità per il settore televisivo, spiegando che per i set-top box non esiste ancora una valida got-to-market strategy da adottare.

Ma nonostante la posizione ufficiale di Cupertino, l’hobby potrebbe presto diventare qualcosa di più serio. Secondo le stime di Alex Gauna, analista di JMP Research, Apple TV sta andando letteralmente a ruba negli Apple Store statunitensi e verrebbe venduta ad un ritmo che prospetta vendite per almeno un milione di unità a trimestre.

Ma come fa Gauna a dire quante sono le Apple Tv vendute se ancora non ci sono dati ufficiali? La stima è stata calcolata analizzando la frequenza di rifornimento degli stock di Apple TV presso circa una ventina fra i maggiori Apple Store statunitensi.  Un metodo che ha parecchio dell’empirico, ma che spesso gli analisti utilizzano per farsi un’idea dell’andamento delle vendite di un prodotto e che in altre occasioni si è dimostrato abbastanza affidabile per la previsione dei livelli di vendita.

A quanto pare a piacere particolarmente ai consumatori americani è il prezzo, quei 99$ vicini alla soglia psicologica dei 100$ e allo stesso tempo molto lontani dai prezzi esorbitanti del modello precedente. Gauna non ne fa menzione ma a leggere le prime reviews l’introduzione di Air Play sembra essere un’altra grande mossa azzeccata, l’arma che forse permetterà alla nuova Apple TV di conquistare un po’ di terreno anche nella landa desolata dei contenuti cinematografici e televisivi su iTunes che è l’Europa continentale ad esclusione della Francia e della Germania.