Apple sostituisce le Apple TV di 3a generazione con problemi Wi-Fi

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Con un documento inviato ai Retail Store, ai dipendenti che si occupano della Apple Care e ai riparatori autorizzati, Apple ha confermato l’avvio di un piano di sostituzione per alcune Apple TV di terza generazione che presentano problemi relativi alla connettività Wi-Fi.
Il prodotto deve essere stato acquistato da meno di due anni affinché possa rientrare nel piano di sostituzione e il numero di serie deve corrispondere alle indicazioni fornite da Apple nel documento. appletvreplacement2

Nel documento, che per adesso è trapelato in via non ufficiale grazie a 9to5 Mac, Apple indica tre tipologie di problemi per le Apple TV interessate: l’impossibilità di localizzare un network, la mancata connessione al network da parte del dispositivo e l’inaffidabilità della connessione, che potrebbe essere intermittente.

A decidere se un’Apple TV di terza generazione che presenta questi sintomi può essere sostituita nell’ambito di questo programma, sarà un tecnico autorizzato Apple. In ogni caso nel documento sono indicati due dettagli relativi al numero di serie per determinare se il dispositivo può potenzialmente rientrare nel piano di sostituzione:

  • Il n° di serie deve terminare con le lettere DRHN
  • Il terzo e il quarto carattere del numero di serie devono corrispondere ad una serie di coppie prestabilite (sono visibili nello screenshot qui sotto).

pairs1

Al momento non è possibile stabilire se questo piano di sostituzione possa riguardare tutti i paesi del mondo, ma dato che l’assistenza Apple è offerta a livello globale è lecito ipotizzare che il programma possa valere in tutti i paesi in cui la Apple TV di terza generazione è stata venduta, Italia compresa.

Alla fine di gennaio 2013 Apple ha immesso sul mercato una nuova versione della Apple TV di terza generazione in cui il precedente chip per la connessione wireless è stato sostituito da un chip Broadcom più recente. Un aggiornamento del dispositivo che, a questo punto, appare motivato fra l’altro dai problemi alla componentistica wireless del modello antecedente.