A5: la nuova Apple TV ne monta una versione ancora più piccola

di Lorenzo Paletti 3

apple_tv_3_2_a5

Alla fine del mese di gennaio, Apple aveva presentato un aggiornamento per il software di Apple TV chiamato AppleTV3,2. Nel frattempo erano comparse tra i documenti della FCC alcune immagini che rappresentavano una nuova Apple TV, con un numero di serie differente da quello utilizzato sul modello attualmente in commercio ma sostanzialmente uguale nelle forme e nelle funzioni. Ora si scopre quale è il contenuto di questo set-top box.

Pare che, contrariamente a quanto previsto in precedenza, la quarta generazione di Apple TV continui a montare un processore A5, esattamente come la terza. La conclusione è tratta leggendo il codice identificativo del chip (S5L8947), differente da quello di A5X (S5L8945). Si tratta probabilmente di un aggiornamento non diverso da quello che lo scorso anno Apple ha eseguito sui dispositivi che montavano il processore A5, sostituendo la versione già presente in iPad 2 e Apple TV di seconda generazione con una versione più piccola del processore.

Come confermato da Apple dopo la scoperta del documento della FCC, la nuova Apple TV è stata creata per essere assolutamente indistinguibile per l’utente. L’unica cosa che dovrebbe cambiare al di fuori del dispositivo è il numero del modello (non più A1467 ma A1469).

Il nuovo chip A5 è ancora più piccolo di quello visto sulle precedenti generazioni. Il primo modello di questo processore, prodotto su commissione per Apple, era costruito con tecnologia a 45 nanometri, ed era grande 10,09×12,15 mm. La versione ridotta presenta nella seconda generazione di Apple TV e nell’aggiornamento di iPad 2 era il 41% più piccolo (8,19×8,68 mm). Quest’ultima iterazione del chip segna un nuovo record di dimensioni (in negativo) raggiungendo i 6mm di lato in forma quadrata.

Apple potrebbe produrre questo processore utilizzando una tecnologia a 28 nanometri di di TSMC, compagnia che per prima potrebbe prendere il posto di Samsung se (o forse quando) Apple deciderà di staccarsi definitivamente da Samsung. Sarà interessante scoprire che sarà dietro ad A6X (o A7), il processore che finirà nelle nuove generazioni di iPad e iPhone attese entro la fine dell’anno.

[via]