Microsoft Store: confermate le prime location

di Andrea "C. Miller" Nepori 4

Secondo quanto riportato da CNet Microsoft avrebbe confermato le location in cui sorgeranno i primi due Microsoft Store. Uno dei due nuovi punti vendita tematici di Microsoft aprirà i battenti a Scottsdale, Arizona, l’altro a Mission Viejo, California. Redmond, con l’apertura di questi nuovi spazi retail, vuole entrare in concorrenza diretta con Apple (cuiha soffiato pure il location planner, non molto tempo addietro), i cui Store sono un marchio riconosciuto, inconfondibile e ormai basato su un esperienza quasi decennale.

L’intenzione di generare uno scontro frontale con i negozi di Cupertino si intuisce anche dal fatto che con ogni probabilità alcuni degli Store di Microsoft potrebbero sorgere in centri commerciali dove già si trovano degli Apple Store.

I primi due Microsoft Store, in California e Arizona, potrebbero aprire entro l’autunno, in tempo per il lancio di Windows 7.

E se è vero che a Cupertino le bocche sono fin troppo cucite e sui media ufficialmente non si muove foglia che Katie Cotton non voglia, a Redmond non mancano certo le gole profonde. I piani e i progetti che documentano lo sviluppo e la struttura dei futuri Microsoft Store sono già stati pubblicati da Gizmodo e l’azienda ha pensato bene di confermare che si tratta di documenti ufficiali. Quando si dice l’effetto sorpresa.

I Microsoft Store apriranno inizialmente solo in alcune location selezionate degli Stati Uniti anche se è già in progetto per il futuro un’espansione verso i paesi esteri. Sempre che l’esperimento degli Store funzioni.

Molti elementi dei nuovi negozi Microsoft ricordano, guarda caso, gli Apple Store. Basti citare la answer-bar (o Guru Bar): un bancone dietro il quale staranno degli esperti Windows il cui compito sarà di risolvere, su appuntamento, i problemi della clientela. Quello che state provando non è una sensazione di deja vu, è un difetto di Matrix.