Apple Store Milano Galleria non si farà: Apple perde l’asta

di Andrea "C. Miller" Nepori 5

Foto: Milano Web

Apple ha perso la gara per l’assegnazione del fondo ex-McDonald’s in Galleria Vittorio Emanuele II, vince Prada. Lo ha comunicato ufficialmente pochi minuti fa l’assessorato alla Casa del Comune di Milano. La “proclamazione del vincitore” del bando  è avvenuta al termine di una seduta aperta al pubblico, di cui SetteB.IT ha fornito una cronaca in diretta sul proprio account Twitter. A concorrere per la concessione, che durerà 18 anni, erano Apple, Gucci e Prada.
L’Apple Store di Milano Centro, dopo tante vicissitudini, continua a non avere una location ufficiale.

Nel comunicato diffuso qualche giorno fa dal Comune di Milano si può leggere che la concessione riguarda:

“I locali della Galleria Vittorio Emanuele II con ingresso in via Foscolo 3 e sviluppo su 8 livelli (dal piano terra al sesto piano compreso l’ammezzato) oltre al seminterrato, per una superficie complessiva di 4.907 metri quadrati.”

Apple ha ottenuto un punteggio complessivo di 50,897 contro il punteggio finale di 86,130 ottenuto da Prada. Quello di Apple era, dei tre, il progetto migliore, ma a tradire l’azienda di Cupertino è stato forse un eccesso di sicurezza. Prada ha infatti ottenuto ampio margine di vantaggio sui concorrenti offrendo un rialzo del 150% sul canone annuale di base per l’affitto della struttura, contro il 25% di Gucci e il misero 1% proposto da Apple.

Nulla di fatto dunque: in Galleria a Milano non ci sarà alcun Apple Store. Se Apple vorrà ancora piazzare uno Store nel Cuore della capitale del Nord dovrà cercare altrove in location sicuramente meno esclusive di quella che oggi si è aggiudicata Prada.