iPacchi: bloccare lo schermo, le chiamate indesiderate e la carta da parati

di Lucio Botteri 5

L’inarrestabile serie di truffe che bombardano letteralmente l’App Store non accenna a diminuire, ma anzi, molti sviluppatori senza scrupoli (ehh, c’è crisi, si fa quel che si può) hanno evidentemente trovato in quello che noi chiamiamo iPacco una facile fonte di guadagni. Oggi vi parliamo di ben quattro applicazioni, tutte dello stesso produttore, con due che (non) fanno addirittura la stessa cosa.

Iniziamo con due inutility che farebbero impazzire di gioia gli switcher da Android: come ben sapete, in iOS non è possibile impostare sfondi animati. Questo vale sia per la schermata Home che per la schermata di blocco (Lockscreen). Non solo, ma non è neanche possibile modificare / personalizzare le schermate di sistema. Il sistema operativo di iPhone, iPod touch ed iPad se vi piace così com’è, bene. Altrimenti, niente (a meno di non ricorrere al jailbreak, si intende). Purtroppo non tutti lo sanno, ed ecco quindi che vediamo comparire Bloccare lo schermo alla sesta posizione delle app più acquistate in Italia.

Bloccare lo schermo

Bloccare lo Schermo
Peso: 10 MB
Prezzo: 0.79 Euro
Download da App Store

 

Quest’app promette di modificare la schermata di blocco con codice, passando dal classico tastierino numerico (o tastiera qwerty, se avete impostato un codice più complesso) a schermate decisamente più cool come puntini da unire nella giusta sequenza, riconoscimento della voce (pronuncia “sblocca” per sbloccare), o addirittura – udite udite – riconoscimento dell’impronta digitale se poggiata sullo schermo!

Forse con quest’ultima funzione, credibile quanto Gerry Scotti che vince la medaglia d’oro nei 400 metri a ostacoli alle prossime Olimpiadi, avranno perso qualche download, ma neanche tanti, e questo mi porta a pensare che troppe persone scarichino le applicazioni senza neanche approfondire quei 10-15 secondi che basterebbero a rendersi conto che si tratta di una truffa bella e buona.

Ci tengo molto a farvi leggere le righe introduttive della descrizione in App Store:

MILIONE DI UTENTI NON POSSONO SBAGLIARE!

USA LA CODICE ALLO STILE ANDROID PER SALVAGUARDARE LO SCHERMO DEL TUO IPHONE, IPAD E IPOD TOUCH.

LA MIGLIORE ESPERIENZA PER LA SICUREZZA DEL TUO IPHONE, IPAD E IPOD TOUCH. IMPOSTIAMO IL CODICE CLIENTE E COSÌ PROTEGGIAMOCI DA INVASORI!!!

Prevenite penetrazioni illegali e tutelate tuoi accessori personali in vostri dispositivi!

Vivere Carta Da Parati

Vivere Carta Da Para …
Peso: 14 MB
Prezzo: 0.79 Euro
Download da App Store

 

Immediatamente dopo la lettura del titolo di questa app ho sfiorato con la testa lo spigolo della scrivania e ho battuto rovinosamente il ginocchio sul pavimento rimediando una fortissima contusione. E ho riso per un quarto d’ora. VIVERE CARTA DA PARATI è il titolo più esilarante che abbia mai letto, talmente nonsense che se non fosse una banalissima traduzione grossolana di Living Wallpapers meriterebbe un premio. Tralasciando le mie discutibili reazioni, quest’app promette di impostare sul vostro dispositivo uno sfondo animato personalizzabile. Manco a dirlo, truffa.

Lista Nera Responsabile

Lista Nera Responsab …
Peso: 10 MB
Prezzo: 0.79 Euro
Download da App Store

 

Altro titolo davvero fantastico. “Lista Nera Responsabile” è ciò che finora abbiamo chiamato iBlacklist, ovvero un’app in grado di bloccare una lista di numeri di telefono (o al contrario, essere raggiungibili solo da loro) dalla possibilità di inviarci telefonate o messaggi. L’app esiste davvero ed è su Cydia, quindi solo per gli utenti che hanno effettuato il jailbreak. Questa invece è in App Store e potete scaricarla alla modica cifra di 79 centesimi senza modificare il sistema operativo dell’iPhone. Fantastico? Sì, peccato per un piccolo dettaglio: è una truffa, non funziona, vi rubano soltanto i soldi.

Bloccare le Chiamate Indesiderate

Bloccare le Chiamate …
Peso: 13 MB
Prezzo: 0.79 Euro
Download da App Store

 

Come sopra. App assolutamente identica a Lista Nera Responsabile, ha solo un’interfaccia grafica diversa. Di questa, peraltro, ne parlammo tanto tempo fa ed è ancora in App Store, quindi è sempre buono rimembrarvelo.

Tutte queste app usano lo stesso becero trucco: tanti finti utenti che lasciano recensioni (tutte in inglese) a 5 stelle, e di conseguenza fanno salire il voto dell’app e la sua credibilità. Finché Apple non reagirà a tutto ciò (e ancora ci stiamo chiedendo il motivo), la nostra unica arma è segnalarvi continuamente queste truffe, e incitarvi a spargere la voce. Per questo vi facciamo il solito appello: continuate a segnalarci la presenza di iPacchi in App Store.