Essay, scrivere con stile su iPhone ed iPad

di Gabriele Contilli 2

Nome: Essay Categoria: Produttività
Prezzo: 2,39€ Voto: 9
link iTunes

Quanti di voi usano quotidianamente il proprio iPhone o l’iPad per scrivere testi più o meno lunghi?

In media, credo, nessuno di voi sia pienamente soddisfatto dell’esperienza di scrittura fornita dagli iDevices; metteteci la tastiera virtuale (cui va attribuita gran parte della colpa), ma la verità è che solo con applicazioni apposite, come Essay, scrive su uno schermo multi-touch diventa meno snervante del solito.

Essay, disponibile in App Store al costo di 2,39€ ed in versione Universal, è una delle ultime applicazioni che ha, come unico scopo, quello di rendere la scrittura su iPhone ed iPad un’esperienza positiva, quasi piacevole.

Caratteristica principale è l’utilizzo dell’HTML come formato, così che ogni articolo o testo che scriviate, possa godere di formattazioni standard, come il grassetto o il corsivo.

L’interfaccia è ottima su entrambi i dispositivi; per natura, l’iPad si offre meglio a questo genere di attività ed è per questo che il test dell’applicazione l’ho condotto sul tablet di Apple anziché sull’iPhone. Comunque avrei potuto iniziare il lavoro sull’iPhone e terminarlo sull’iPad grazie alla sincronizzazione delle note attraverso DropBox, che Essay sfrutta egregiamente.

Altra gradita funzionalità, recentemente aggiunta dal team è Snipbox: in pratica collezionare link o parti di testo per poi riutilizzarle in fase di scrittura, diventa davvero semplice e comodo. Pensate a Snipbox come ad un archivio di informazioni sparse che potrebbero servirvi in futuro per la stesura di un testo; salvatele lì e le avrete sempre a disposizione.

Insomma, sincronizzazione con DropBox, formattazioni (inclusi titoli, elenchi e link), possibilità di inviare un testo come messaggio via mail, supporto ad AirPrint e browser integrato. Un’app davvero completa per chiunque abbia a che fare con lunghi testi anche in mobilità; e sopratutto è universal.

Volete un’ulteriore prova della bontà di Essay? Beh sappiate che tutto l’articolo che state leggendo è stato scritto a furia di taps sullo schermo dell’iPad, grassetti, corsivi e link compresi. Vi basta no?