Baldur’s Gate II: EE arriva su iOS, e io ho delle richieste

di Giordano Rodda 3

Cara Beamdog, in tempi di crisi 13,99 euro non sono pochi. Soprattutto se servono per comprare un gioco su iPad – e poi su Gog.com posso trovare lo stesso titolo a meno di dieci dollari (per PC, vero, ma attenta: Bootcamp fa miracoli). Perciò, anche se hai appena lanciato Baldur’s Gate II: Enhanced Edition per iOS, ho una serie di richieste da farti prima di procedere all’investimento. E mi sembrano ragionevoli.

BG2

D’accordo, Baldur’s Gate II è probabilmente il culmine dei CRPG fantasy, ma guardiamoci in faccia. Chi lo acquisterà? Gli stessi che hanno comprato anche il primo: cioè chi si ricorda con affetto di quando, più o meno pischello (era pur sempre il 2000), sudava per i frenetici reload-reload-reload nei combattimenti contro Irenicus e i suoi scagnozzi. I nostalgici, quindi, ché gli altri hanno The Witcher e World of Warcraft e Skyrim e Dragon’s Age, e rimangono ahimè indifferenti alle esilaranti interazioni tra il barbaro Minsc e il suo criceto spaziale Boo.

Quindi è lecito aspettarsi che l’esperienza di gioco sia un po’ più soddisfacente della prima. D’altronde, se deve essere un tuffo nel passato che almeno sia piacevole e senza bug, no? Tipo, se lancio un incantesimo di Entangle o qualsiasi altro ad area d’effetto, mi piacerebbe che i frame (su un iPad di quarta generazione) non rallentassero fino a un livello stile slo-mo della nouvelle vague cinematografica uzbeka; se faccio scrolling per leggere il testo sopra, vorrei essere in grado di ritornare a giocare senza perdermi in antiche maledizioni sumere nel tentativo di far funzionare i tasti di dialogo; sarei deliziato da un puntatore che non svanisca ogni 3×2; piangerei calde lacrime se riuscissi a giocare una, dico una partita intera senza un crash durante una transizione da un’area all’altra, magari senza  un salvataggio recentissimo.

Su, Beamdog, poteva andare peggio: potevo chiederti ad esempio che fine hanno fatto i progetti per Baldur’s Gate III, di cui non ho saputo più nulla. E prometto recensione, appena trovo il modo di liberarmi dei due giga di spazio necessari sul mio iPad (massì, sedici GB ti bastano, dicevano. Dicevano).