Ponzi ponzi popopò: ti piace vincere facile?

di Redazione 77

winve
I nostri amici di Geekissimo oggi hanno pubblicato un post sulle recenti performance di vendita di Windows 7. I dati arrivano da Net Applications, nota azienda che si occupa di statistiche web e che produce mensilmente il report “Market Share” sulle performance di sistemi operativi e browser in rete calcolando i dati da un campione molto ampio basato su centinaia di milioni di utenti che ogni mese navigano sui siti controllati dalla firm.

Secondo un provvisorio incrocio di dati, a prima vista piuttosto incoerente, verrebbe fuori che Windows 7 ha superato, seppur di molto poco, lo share di tutte le varie versioni di Mac OS X in termini di vendite in questo primo mese e mezzo dal suo lancio. Un nostro lettore “trasversale”, Menestrello, ci ha chiesto conto di come mai la news non comparisse su TheAppleLounge. Beh, i motivi erano almeno due:

  • Le statistiche di Net Application conteggiano anche le copie di Windows 7 crackate presenti sui PC dei visitatori dei siti controllati dalla firm.
  • Le statistiche di Net Application, pur andando sotto il nome (commerciale) di “Market Share”, non hanno niente a vedere con le reali quote di mercato. Sembra ignorarlo anche PC World.

E’ comprensibile che i nostri buoni amici Windowsiani si siano eccitati alla lettura di questi numeri. Del resto dopo due anni di galera un detenuto troverebbe attraente anche la signorina Silvani. Battuta a parte, bisogna ammettere che le fotocopiatrici di Redmond pare si siano messe finalmente a lavorare correttamente, e dopo anni e anni di tentativi Windows 7 è finalmente riuscito ad imitare con successo, almeno in parte, un po’ del look and feel di OS X. Sia ben chiaro che il mio tono è ironico, è vero, ma Windows 7 al sottoscritto piace molto di più dei suoi predecessori. Rappresenta indubbiamente un passo avanti.

E ora veniamo al titolo. Molti di voi avranno intuito il riferimento ad un noto spot pubblicitario. Il motivo per cui lo abbiamo scelto si può efficacemente esplicare con una semplice domanda. Perché un azienda che produce un sistema operativo che detiene il 95% del mercato si preoccupa così tanto di superare nelle vendite, magari di pochi punti percentuali, un nanetto come Mac OS X? Il problema non dovrebbe nemmeno porsi.

In ogni caso domani arriveranno i dati completi di Net Applications per il mese di novembre e si saprà qualcosa in più sulle percentuali di utilizzo. Per trarre davvero delle conclusioni sui dati di vendita servirebbero invece numeri ben più ufficiali di quelli di Net Applications.

Vi lasciamo con un video che la dice lunga sul ritardo con cui Microsoft ha messo mano al disastro chiamato Vista.