Rilasciato Parallels Desktop 4.0

di Giovanni Piller Cottrer 3

Parallels Desktop è forse il più famoso software di virtualizzazione desktop per Mac OS X e permette, tra le altre cose, una migrazione dei nuovi utenti meno impegnativa, consentendo l’installazione e il funzionamento di istanze Windows (o linux) direttamente in parallelo al nostro sistema principale.
Oggi Parallels ha rilasciato un major upgrade che include, estetismi a parte, un sacco di funzionalità desiderate da tutti i possessori attuali. Ecco le novità più succose di questa release:

  • supporto a DirectX 9 e OpenGL 2.1 (e qui viene spontaneo pensare ai videogames)
  • gestione remota attraverso un iPhone
  • migliore integrazione Windows/Mac con tanto di drag n’drop e copia-incolla integrati
  • gestione estremamente migliorata delle periferiche usb esterne
  • un SDK per la creazione di applicazioni cross-platform sfruttando Parallels

Queste erano solo alcune caratteristiche presenti nella nuova major release. La più importante l’ho voluta tenere al di fuori di qualsiasi lista:  Parallels 4.0 supporta appieno l’architettura multi-core a 64 bit.
Questa novità non si concretizza semplicemente in un possibile aumento di RAM utilizzabile, bensì in una decisa scossa alle performance. Grazie infatti alle operazioni svolte su più CPU (ricordo che tutti i Mac Intel includono processori multi-core), i vari sistemi virtualizzati potranno funzionare a velocità quasi raddoppiate, sgravandosi di molti carichi l’uno dell’altro.

Parallels Desktop costa quasi $79, oppure $39 se siete dei felici possessori della versione antecedente (Parallels Desktop 3).
[ via MacRumors ]