Video: Tavoli Force Touch negli Apple Store di San Francisco e New York

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Apple promuove ulteriormente la funzione 3D Touch di iPhone 6s e iPhone 6 installando dei tavoli Force Touch negli store di San Francisco e New York.

Simpatica trovata da parte di Apple volta a promuovere al meglio l’innovativa tecnologia 3D Touch che ha debuttato con iPhone 6s e iPhone 6s Plus. All’interno degli Apple Store di San Francisco e New York è possibile infatti trovare speciali tavoli che riproducono la medesima tecnologia installata nella nuova generazione di smartphone della mela morsicata, come mostra il video allegato a questo articolo.


Tavoli Force Touch App Store

Il funzionamento dei tavoli inseriti in questi punti vendita è semplice e al contempo affascinante: basta infatti esercitare una pressione sullo schermo degli smartphone poggiati sul piano per vedere il formarsi della relativa increspatura sull’acqua virtuale riprodotta. Al momento questi particolari banchi sono presenti come detto solo negli Apple Store di New York e San Francisco, ma non è da escludere che il colosso di Cupertino decida di estendere la promozione anche in altri punti vendita presenti in tutto il mondo. Del resto, si tratta di un sistema ingegnoso per mostrare il funzionamento di una funzionalità su cui l’azienda sta indiscutibilmente puntando parecchio.


Apple considera infatti il 3D Touch come la nuova generazione del multi-touch presente ormai nei più comuni touchscreen per tablet e smartphone. Per chi non lo conoscesse e non avesse ancora avuto modo di provarlo, si tratta di un sistema in grado di rilevare con esattezza il grado di pressione applicato sullo schermo in fase di utilizzo, cosa che permette di aprire a funzionalità inedite rispetto a un comune display tattile. Ad esempio, cliccando con una leggera pressione mantenuta a lungo su una delle applicazioni native è possibile accedere subito a sotto-funzioni o scorciatoie. Un metodo innovativo che nel suo piccolo punta a rendere ancora più semplice e immediata l’esperienza utente, in un periodo in cui appare veramente difficile riuscire a portare qualcosa di nuovo sotto quel punto di vista, Apple prova a dire la sua con una tecnologia per adesso molto apprezzata dagli appassionati.

[via]