Le micro-SIM per iPhone 4 e gli operatori italiani

di Andrea "C. Miller" Nepori 17

In occasione dell’avvio della commercializzazione di iPhone 4 nel nostro paese gli operatori dovranno avere a disposizione nutriti stock di micro-SIM (Apple le chiama così, gli operatori le chiamano mini-SIM). Il nuovo melafonino funziona infatti con la stessa carta di dimensioni ridotte che abbiamo imparato a conoscere grazie all’iPad. A onor del vero le micro-SIM non sono una novità recente nel nostro paese, visto che alcuni videofonini commercializzati in passato da tre ne facevano già uso.

L’iPhone 4, quando arriverà, sarà però l’unico dispositivo della sua categoria in commercio ad utilizzare questa tipologia di scheda. Come si stanno preparando gli operatori a questo cambiamento? Abbiamo fatto qualche ricerca e vi sappiamo dire qualcosa in più. Ci sono almeno un paio di “sorprese”: una riguarda Vodafone e l’altra H3G.

Vodafone

La prima sorpresa: Vodafone ha micro-SIM telefoniche disponibili a go-go e non si fa nessun problema ad attivarle. Visto i tanti problemi che ho avuto in passato con i piani iPhone dell’operatore non me lo aspettavo. Il passaggio da una SIM normale ad una micro-SIM può già essere effettuato in qualsiasi punto vendita e l’operazione costa 8€, prezzo standard per il passaggio ad una nuova SIM. La vostra vecchia scheda viene clonata sulla nuova, che essendo montata sullo “scheletro” di una SIM normale può essere utilizzata su un qualsiasi telefono fino a che non deciderete di staccarla.

Operazione già effettuata in prima persona: per l’attivazione della nuova scheda ci vuole un’oretta, per il resto tutto liscio come l’olio. Al centro Vodafone ho chiesto come mai avessero questa ampia disponibilità di micro-SIM: “nel caso qualche utente Tre con un vecchio videofonino decidesse di passare a Vodafone”. Signorina, le vorrei fare presente che quella che mi ha appena attivato è la stessa micro-SIM 128K su cui attivate i piani internet dell’iPad. “Uhm, sì, ehm… aspetti che credo mi stiano chiamando dal magazzino”. Palla di sterpi che rotola sospinta dal vento, una cornacchia gracchia nel cielo.

Tre

Per quanto la Tre abbia a disposizione le micro-SIM per l’iPad, l’operatore non ha previsto la stessa procedura della concorrenza. In buona sostanza non si può clonare la propria USIM attuale su una micro-SIM, così come non si può attivare un conto telefonico su una mini-scheda per iPad nuova di zecca. La spiegazione ufficiale è che il sistema per quelle schede prevede solamente l’attivazione della Super Internet.

Ma ecco la seconda sorpresa: se prendete la micro-USIM dell’iPad e la mettete sull’iPhone 4 il telefono può sfruttare la rete 3G per andare su internet e, udite udite, può pure chiamare. Come lo so? Beh, l’ho provato sul mio iPhone 4 (recensione completa in arrivo – prove in corso per verificare il death grip, maggiori lumi domani, a test effettuati). Di fatto però non ho idea di che piano voce sia collegato alla mia scheda e non riesco a capirlo dall’Area 133, dove mi viene detto che la scheda ha attiva soltanto l’opzione Internet. Nel caso ve lo steste chiedendo: sì, quando si effettua una chiamata il credito viene scalato.

In ogni caso quando l’iPhone 4 sarà disponibile in Italia Tre sarà da subito pronta con le mini-USIM, disponibili anche per chi comprerà il melafonino direttamente da Apple o presso un altro operatore.

TIM e  Wind

A quanto pare la TIM si è dimenticata dell’esistenza di un dispositivo chiamato iPad. Al momento l’operatore non ha nessun piano specifico per il Tablet di Apple e non a disposizione delle micro-SIM, né per il dispositivo né ad uso telefonico. Punti vendita e servizio clienti non sono affatto preparati sull’argomento. Tre chiamate al 119 si sono concluse con la stessa riposta: “deve chiedere ad un centro TIM della sua città”. I negozianti (ne ho contattati diversi) sono cascati dalle nuvole, e quando gli ho raccontato l’operazione effettuata con Vodafone mi hanno liquidato tutti con varie declinazioni della frase “al momento non le so dire”.

Niente micro-SIM nemmeno per Wind, ma del resto l’operatore è giustificato dal fatto che finora non ha mai proposto un’offerta iPhone ufficiale. Al proprietario del centro Wind che ho contattato va il premio simpatia: ha cercato di spiegarmi che le micro-SIM le ha in negozio,  da 4 e 8GB. Ovviamente si riferiva alle schede di memoria, ma che ci volete fare. Insomma: con TIM e Wind di micro-SIM nemmeno l’ombra, ma se nel caso di TIM qualcosa potrà cambiare con la disponibilità di iPhone 4 qui da noi, difficile dire quale sarà l’offerta futura di Wind.