OS X Yosemite, la beta pubblica esce domani 24 luglio

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Dopo quasi due mesi di beta riservata ai developers, per la prima volta nella storia dello sviluppo di una nuova versione di OS X Apple aprirà la beta al pubblico. La release è prevista per domani, 24 luglio.

Oggi, giusto in tempo per il lancio, Apple ha ritirato l’embargo sulle prime “recensioni” della beta di OS X Yosemite, consentendo a varie testate tecnologiche americane di pubblicare i propri articoli e diffondere la notizia della release.
La beta pubblica di OS X 10.10 che sarà disponibile da domani è di fatto la stessa beta 4 che è stata distribuita agli sviluppatori lunedì scorso.

welcome_cpus-0e44f80e7a996816eaabaed005c9079d

La beta per il pubblico, come spiega Jim Dalrymple in un articolo su The Loop, verrà aggiornata meno frequentemente rispetto alla beta per gli sviluppatori, che hanno invece la necessità di testare più rapidamente modifiche e novità sui propri software.

Chi volesse partecipare al programma beta e testare OS X Yosemite in anteprima può farlo iscrivendosi dalla pagina dedicata del sito Apple. Nella versione beta del sistema operativo sarà inclusa un’applicazione per l’invio di Feedback direttamente ad Apple che consentirà agli utenti di inviare direttamente a Cupertino le indicazioni su malfunzionamenti e bug da risolvere.

L’installazione del software e dei futuri update avverrà con il medesimo meccanismo utilizzato per le versioni stabili di OS X, vale a dire tramite update diffusi tramite il Mac App Store.

E’ una buona idea non installare assolutamente la beta su un computer che si utilizza come macchina principale per il lavoro, dato che lo stato del software, assolutamente non stabile, non lo rende adatto all’uso in produzione.
Apple segnala inoltre la necessità di installare la beta solo su Mac che hanno già Mavericks installato e indica che tutti i documenti condivisi tramite iCloud saranno disponibili solamente su altri dispositivi che montano OS X Yosemite, oppure iOS 8 nel caso degli iPhone e degli iPad.

Non aspettatevi neppure di trovare nel piatto tutto quanto annunciato da Apple a giugno: in questa prima versione beta pubblica di OS X Yosemite mancano ancora alcune delle caratteristiche più interessanti, quali Hands-off, iCloud Drive e la possibilità di utilizzare gli iPhone con iOS 8 per inviare SMS o inoltrare chiamate.