Apple cerca un ingegnere software per una rivoluzionaria feature di Mac OS X 10.7

di Gabriele Contilli 14

Nonostante oggi sia l’iPhone4 Day in Italia, vale la pena distogliere un attimo l’attenzione dall’ultimo smartphone di Cupertino per tornare a parlare, finalmente, anche un po’ di Mac OS X.
Nello specifico, ad attirare l’attenzione di AppleInsider, ci ha pensato un’offerta di lavoro pubblicata in questi giorni sul sito di Apple. Jobs e soci, infatti, starebbero cercando un ingegnere software che:

“[…] ci aiuti a creare una nuova e rivoluzionaria funzionalità negli stessi fondamenti di Mac OS X. Abbiamo qualcosa di veramente rivoluzionario ed eccitante in corso e richiederà la vostra creatività e i vostri sforzi”

Tutta l’offerta di lavoro è incentrata su un’unica caratteristica “rivoluzionaria” che riguarderà la prossima release di Mac OS X, ovvero la 10.7. Ovviamente, è inutile cercare di intuire in cosa consisterà (al massimo si può tirare ad indovinare), ma il modo in cui l’annuncio è posto e dai toni usati, c’è veramente da aspettarsi qualcosa di grosso per il prossimo sistema operativo di Apple.

L’introduzione dell’annuncio è quanto di più invitante per gli speculatori Apple potesse inventare:

“Vuoi aiutarci a creare qualcosa di completamente nuovo? Qualcosa che non è mai stato fatto prima e che stupirà chiunque? Sei eccitato dalla prospettiva che ciò che hai contribuito a creare sarà usato ogni giorno da milioni di utenti Apple? Allora unisciti e lavora con il team software di Mac OS X e aiutaci a costruire una nuova e rivoluzionaria funzionalità di Mac OS X”.

Il candidato ideale deve avere un trascorso di almeno 5 anni nella programmazione in C / C++ / Objective-C, nello sviluppo di tecnologie e servizi per Internet e una passione nella creazione di “cose veramente difficili che non sono mai state fatte prima”.
Sono gradite anche competenze nella programmazione per Mac OS X, sviluppo in ambiente UNIX ed esperienze con il protocollo HTTP.

Dite la verità, quasi quasi non ve ne importa più nulla dell’iPhone 4 vero?

[via|AppleInsider]