Office 365, Anche Microsoft ha la testa tra le “nuvole”

di Giuseppe Benevento 6

Office 365, Office nel cloud per le piccole e medie aziende - The Apple Lounge
Molti di voi ricorderanno le pubblicità della serie Mac vs Pc ed in particolare quella in cui Mac cerca di tirar su il morale a Pc dicendogli di essere un asso per quanto riguarda la produttività riguardante il mondo Office.

Se oggi Microsoft dovesse girare una pubblicità, farebbe più che bene a girare il sequel di quello spot con Pc fiero di far parte del nuovo progetto Office 365. Il nostro Pc oggi vedrebbe diminuiti notevolmente molti dei rallentamenti o dei blocchi causati dall’utilizzo di Office e questo sarebbe dovuto proprio al nuovo servizio nel cloud dell’azienda resa famosa da Bill Gates.

Da ieri è infatti disponibile questo nuovo servizio di Redmond su cui il colosso che fa capo a Steve Ballmer punta non poco per venire incontro alle esigenze di tutte le aziende, dalle piccole alle grandi.

Provato in anticipo in versione beta rispetto al lancio ufficiale, abbiamo avuto modo di testare che il nuovo Office 365 può essere un servizio davvero utile anche per quelle aziende che si affidano ai prodotti Apple (sia Mac che iDevice anche se con alcune limitazioni per questi ultimi) perché funziona anche con Safari. Office nel cloud, infatti, è un servizio che non necessita di alcun software stand alone ma che è fruibile direttamente da qualsiasi browser.

La cosa più interessante che abbiamo notato è che i tempi di attivazione del servizio sono incredibilmente veloci. Bastano davvero pochi click ed in meno di cinque minuti (davvero meno di cinque minuti) si è pronti ad usare Office 365. Ed i servizi inclusi sono fruibili anche in caso di drastico calo della banda (sia downstream che upstream) grazie ad un buon lavoro svolto da Microsoft sull’ottimizzazione del flusso disponibile.

Il servizio include non solo i classici software di Microsoft (trasferitisi nella nuvola) ma anche spazio web per realizzare un proprio sito aziendale e/o archiviare dati da condividere coi colleghi, un sistema di messaggistica istantanea testuale e video (Lync) ed altro ancora. Persino gli utenti dell’azienda che sono dotati del solo account personale Windows Live Messenger possono interagire coi loro colleghi presenti nel network aziendale di Office 365.

Tutto ciò a costi estremamente ridotti per le aziende e gli enti pubblici (circa 5 € al mese per ogni utente). Tanto che alcuni nomi noti quali Artsana, Leroy Merlin e la Provincia di Lecco hanno portato la loro testimonianza alla presentazione svoltasi ieri a Milano ed alla quale eravamo presenti. Le tre testimonianze erano in qualità di fruitori in anteprima di quello che fino a pochi giorni fa era solo un servizio in beta. Servizio che ha ridotto notevolmente o annullato le spese relative alla gestione ed amministrazione dei servizi informatici.

Perché vi parliamo di Office 365 su un sito dedicato al mondo Apple? Semplice. Per porci e porvi delle domande. Microsoft ha iniziato un cammino interessante nel cloud. Cammino che sicuramente avrà bisogno di miglioramenti ed innovazioni nel tempo. Ed Apple cosa farà? Starà a guardare mantenendo l’appellativo di azienda rivolta a creativi e amanti degli oggetti di design oppure prenderà spunto da Office 365 per sviluppare una propria piattaforma così da invogliare sempre più aziende a migrare verso computer e device portatili col la mela? Del resto anche a Cupertino hanno da tempo gettato le basi per portare nel cloud il pacchetto per la produttività di Jobs & Co. con iWork.com da diverso tempo sempre in fare beta.

La corsa al cloud è iniziata. Cosa ne pensate di Office 365? Credete che Apple dovrà guardarsi le spalle e premere l’acceleratore sul progetto iWork.com oppure ritenete che i due colossi possano prendere strade diverse nella nuvola per accontentare diverse categorie di utenti? Ditecelo nei commenti.